Analisi Tecnica

L’analisi tecnica è l’attività basata sullo studio di dati e grafici di prezzo di un qualsivoglia asset di mercato. In questa guida andiamo a conoscere dove studiare i dati per una corretta analisi.

L’analisi tecnica è una delle metodologie più utilizzate per studiare i mercati finanziari, poiché rientra tra gli studi basilari di quelli che potrebbero rivelarsi degli investimenti vincenti.

Attraverso lo studio di dati e statistiche, un trader potrà conoscere i più probabili scenari di mercato ed agire in base a quelli.

analisi-tecnica-mercati-finanziari
Analisi tecnica dei mercati finanziari

Ottenere risultati concreti nel trading online è possibile solo se si opta per le giuste modalità d’investimento.

Per questo motivo, la guida proporrà anche quelle che, attualmente, risultano essere le migliori piattaforme di trading a cui affidarsi per una precisa analisi tecnica: Capital.com, eToro e IQ Option.

Inoltre, non bisogna sottovalutare l’importanza della teoria, ecco perché proporremo anche i migliori testi per imparare l’analisi tecnica da consultare. Con le conoscenze giuste e il supporto di una valida piattaforma di trading on-line, anche i meno esperti potranno capire come incrementare i propri guadagni grazie all’analisi tecnica.

Prima di tutto, ecco una tabella riepilogativa dei migliori broker CFD con cui fare trading online in maniera sicura ed efficiente:

BROKER TRADING ONLINE RACCOMANDATI
Licenza: CySEC

Dep. Min. €200
Recensione eToro
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Social Trading
Inizia Gratis ➤ 62% of retail CFD accounts lose money.
Licenza: CySEC/FCA

Dep. Min. 100€
Recensione Capital.com
Saldo Demo: Illimitato
Esclusività: Intelligenza Artificiale
Inizia Gratis ➤ Capitale a Rischio.
Licenza: CYsec

Dep. Min. €100
Recensione Plus500
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Spreads Stretti
Inizia Gratis ➤ Capitale a Rischio.
Licenza: CySEC

Dep. Min. €10
Recensione IQ Option
Saldo Demo: 10.000€
Esclusività: Community Trading
Inizia Gratis ➤ Capitale a rischio.
Licenza: CySEC

Dep. Min. 100€
Recensione Trade.com
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Video/eBook Gratis
Inizia Gratis ➤ Capitale a rischio.

NOTA BENE: ogni broker menzionato durante la guida possiede le autorizzazioni necessarie che ne attestano il rispetto delle normative imposte per la tutela dei traders. Inoltre, ciascuna piattaforma offre servizi completi, mettendo a disposizione degli utenti un conto demo gratuito, con cui far pratica a zero rischi.

Analisi tecnica: cos’è?

Per comprendere al meglio l’importanza di fare trading online secondo dei criteri, o meglio, degli studi ben precisi, iniziamo da una semplice definizione di analisi tecnica.

Partendo da un’analisi dei rendimenti passati mediante appositi grafici offerti dalle migliori piattaforme di trading CFD, un trader potrà iniziare a delineare un’eventuale strada da seguire per ottenere risultati positivi.

Il fondamento dell’analisi tecnica è che interpretare i movimenti storici di prezzo di un asset, sia una base da cui partire per elaborare previsioni di mercato su basi statistiche.

All’analisi tecnica, consigliamo di affiancare l’analisi fondamentale, cioè lo studio di fattori micro e macro economici, così da avere una panoramica più ampia di come si muoverà il mercato.

Perché l’analisi tecnica è così determinante? La risposta è molto semplice: consente di capire che posizione aprire in base al più probabile scenario di mercato.

Investendo con un broker CFD serio e professionale, i traders potranno avere una duplice possibilità per esporsi ai mercati: investire al rialzo, ma anche al ribasso. In tal modo, anche se il prezzo scende, si avrà l’opportunità di concludere, in maniera positiva, la propria operazione.

Strumenti per l’analisi tecnica

Fare trading online con un attento studio dell’analisi tecnica, implica necessariamente conoscere quali sono gli strumenti da utilizzare per “leggere” i futuri movimenti di mercato.

Si farà uso principalmente di grafici di prezzo che mostrano l’attività passata di un bene, offrendo al trader i dati necessari per capire come operare. Tali grafici risultano essenziali, ma è fondamentale ribadire che vengono proposti esclusivamente da piattaforme CFD autorizzate.

Interpretando correttamente gli schemi riportati sui grafici, si potranno facilmente identificare livelli di supporto, resistenza, probabili target price ed ulteriori dati per investire nel modo giusto.

Grafici di trading per l’analisi tecnica

Per quanto possa sembrare complesso per un principiante iniziare a fare trading online e seguire tali metodologie, in realtà, lo scopo di un grafico per l’analisi tecnica è agevolare l’analisi, mostrando chiaramente il movimento dei prezzi sui mercati.

E’ chiaro che questi grafici sono utili per leggere il valore di un bene, mediante linee o candele, in un determinato arco di tempo.

Utilizzare dei grafici significa leggere:

  • Livelli di rischio;
  • Quando entrare sul mercato;
  • La forza del trend attuale.

Come si può ben notare, avvalersi di grafici tecnici è il primo passo per capire la fluttuazione dei prezzi e rigirare qualsiasi situazione di mercato a proprio favore, se si studia attentamente e si fa uso di servizi di trading CFD di livello, come quelli proposti da Capital.com.

Per capire di cosa stiamo parlando, scenderemo nel dettaglio per conoscere i grafici di prezzo più utilizzati per l’analisi tecnica nel trading online.

1.Grafico lineare

Tra i grafici per l’analisi tecnica di uso più comune, non possiamo non parlare di quello lineare. Si tratta del grafico più semplice d leggere, poiché contiene semplicemente delle linee da cui capire la forza del trend, cioè in che modo si muove: se al ribasso, o al rialzo in uno specifico lasso temporale.

Noi consigliamo di iniziare con tale tipologia, poiché rientra tra le basilari adatte anche ai principianti.

Tuttavia, bisogna chiarire che offre esclusivamente una lettura del prezzo di chiusura o apertura, conferendo importanza, come valore, solo al prezzo di un bene. Ciò significa che è l’unica informazione da poter ricavare quando si utilizza questo grafico; potrebbe non rivelarsi sufficiente per investire correttamente.

I principianti che non sanno da dove iniziare, possono accedere all’offerta didattica gratuita di Capital.com ed acquisire la teoria necessaria per un trading consapevole.

2.Grafico a barre

Il grafico a barre offre maggiori informazioni rispetto alla tipologia menzionata poco fa. Bisogna anche chiarire che potrebbe risultare più complesso da leggere e viene utilizzato principalmente da traders che operano in specifici momenti. Infatti, il grafico a barre rappresenta i livelli di apertura e chiusura attraverso un segmento che può sporgere a sinistra o a destra della barra.

In tal caso, potremmo leggere:

  • Mercato rialzista: se l’apertura è meno alta della chiusura;
  • Mercato ribassista: se l’apertura è superiore alla chiusura;
  • Mercato incerto: se apertura e chiusura coincidono.

Dunque, la parte superiore della barra indica il prezzo più alto di mercato nel periodo di tempo impostato. Allo stesso tempo, per capire i minimi sulla base temporale che c’interessa, basterà studiare la parte inferiore della barra.

In conclusione, il grafico a barre può risultare davvero utile ai trader per capire in che direzione si muove il mercato e se avranno la meglio venditori o compratori, così da poter agire tempestivamente con la giusta strategia.

Per i traders interessati a far fruttare il proprio capitale col trading online, consigliamo di iniziare subito con IQ Option; broker che propone una molteplicità di strumenti professionali da utilizzare gratuitamente per l’analisi tecnica.

3.Grafico a candele

I grafici a candela sono leggermente simili a quelli a barre di cui abbiamo parlato pocanzi. Difatti, offrono valori di apertura e chiusura nell’arco temporale impostato dagli stessi traders.

Si tratta di uno dei grafici più interessanti per l’analisi tecnica, poiché in un solo momento, è possibile trarre diversi informazioni utili riguardo il mercato.

In effetti, oltre a comprendere i prezzi di apertura e chiusura, tali grafici mostrano anche i massimi e i minimi, sempre in base all’intervallo di tempo preso in considerazione.

In più, serve per avere maggiori chances di ridurre il rischio: caratteristica fondamentale quando si fa trading, considerando che nessun investimento mai sicuro al 100%.

Rispetto al grafico a barre, questo a candele detto anche candlestick, propone delle candele visibili graficamente dotato di un “corpo reale”, utile per distinguere le differenze tra l’apertura e la chiusura di una contrattazione su base giornaliera, ad esempio.

Se avete sentito parlare di formazioni candlestick, si trattava semplicemente di “formazioni” assunte dalle candele sul grafico, da cui poter leggere dei segnali.

Ad esempio, se sul grafico appariranno tre candele così:

  1. La prima candela, di colore nero, è molto lunga ed indica una tendenza ribassista;
  2. La seconda candela è molto più bassa visivamente, indica un gap down, cioè il proprio valore di apertura è inferiore al minimo del prezzo di chiusura della prima candela;
  3. La terza candela indica una tendenza rialzista, chiudendo oltre la metà del corpo della prima.

Questo è il pattern morning star, attraverso il quale i traders possono individuare eventuali inversioni di trend.

pattern-morningstar-per-analisi-tecnica
Pattern di tipo Morning Star

Ovviamente, sono diversi i segnali da poter scorgere su tale grafico, seguendo semplicemente l’andamento mostrato dalle candele.

Consigliamo di iniziare facendo la giusta pratica senza correre rischi: basterà accedere al conto demo gratuito Capital.com.

Indicatori per l’analisi tecnica

Un ulteriore strumento di cui non poter fare a meno per la formulazione precisa dell’analisi tecnica ricade sull’utilizzo di uno o più indicatori di trading.

In termini semplici, si tratta di strumenti, definiti tecnicamente come costruzioni matematiche, di cui avvalersi per interpretare l’andamento del mercato, sempre su calcoli e dati statistici.

Prima di scendere nel dettaglio e conoscere quali sono i più utilizzati dai traders, è bene fare una distinzione tra oscillatori ed indicatori: il primo si muove in uno spazio in cui i valori sono prefissati, mentre il secondo assume valori che non si basano su un range di movimenti predefiniti.

Allo stesso modo, possiamo fare una distinzione interna per quanto riguarda le tipologie d’indicatori disponibili:

  1. Indicatori leading: termine cheindentifica quelli utilizzati per prevedere l’andamento futuro dei prezzi, in base ai rendimenti storici;
  2. Indicatori lagging: s’interpretano i probabili scenari di mercato in base al trend visibile in quel momento.

Si tratta di strumenti ampiamente utilizzati per sfruttare a proprio vantaggio alcune peculiarità di specifici mercati finanziari. Ad esempio, molti traders li utilizzano per attuare le giuste strategie Forex.

A tal riguardo, puoi scoprire qui le offerte Forex di IQ Option.

1.  Indicatore Media Mobile

Tra gli indicatori di trend più conosciuti nel mondo del trading online, cioè quelli che servano ai traders per ottenere risultati in base al trend di mercato più evidente, rientra la Media Mobile.

In questo caso, apparirà un’unica linea rappresentante il valore medio su un arco di tempo. Di norma, i traders impostano la media mobile basandosi sul periodo di tempo in cui negoziano.

Basandosi sull’angolo della media mobile, i traders potranno capire in che fase si trova il mercato.

Ad esempio, se la linea della Media Mobile presenta un angolo definito, allora ci sarà una tendenza al rialzo.

Molti investitori, per risultati più precisi, applicano la Doppia Media Mobile, formata da due medie (una veloce e l’altra lenta).

Studiando i punti in cui le linee s’intersecano, si potrà capire se ci sono eventuali diminuzioni o aumenti di volumi di scambio, su quel dato periodo.

Vogliamo chiarire che tale indicatore di trend non è da utilizzare per fare previsioni, ma serve per capire le variazioni di volumi di negoziazione su quel titolo, mettendo in risalto il numero di investitori che sono propensi all’acquisto, o alla vendita.

2. Supporti e resistenze

L’indicatore supporti e resistenze si rivela un grande aiuto per i traders, poiché pare sia capace di generare segnali di trading abbastanza validi.

Dunque, tale strumento per l’analisi tecnica serve per capire quale direzione di prezzo un asset assumerà, prevalentemente per il breve/medio termine.

In particolare, è importante sapere che per supporto s’intende un livello di prezzo che raggiunge una sorta di soglia, dalla quale si procede verso un rialzo. Dunque, per i tradrs indica un momento ottimale per accedere al mercato.

Al contrario, la resistenza indica una probabile tensione verso il ribasso, spingendo gli investitori a vendere, piuttosto che comprare.

Naturalmente, il tutto è leggibile mediante delle linee che, se lette correttamente, aiutano i traders a capire se entrare o uscire dal mercato, evidenziando il sentiment generale degli altri investitori.

3. Indicatore ADX

Un ulteriore indicatore per l’analisi tecnica apprezzato da numerosi traders è l’ADX, cioè l’Average Directional Index.

Anche in questo caso, è un indicatore di trend utile per comprendere la forza verso la quale si muoverà il bene d’interesse.

Vogliamo specificare che serve a capire esclusivamente quanto è forte un trend, ma non la sua direzione.

Consta di tre linee:

  • ADX: linea nera che misura la forza del trend;
  • +DI: linea verde che indica la forza di un trend positivo;
  • -DI: linea rossa che indica, invece, la forza di un trend negativo.

Per quanto possa sembrare difficile, risulta un indicatore alla portata anche di traders in erba. Tuttavia, la pratica è fondamentale in questo settore: apri qui un conto demo gratuito.

Migliori piattaforme per l’analisi tecnica

Una volta compresa l’importanza dell’analisi tecnica nel trading online, è altrettanto importante capire dove applicarla.

La soluzione più adatta ricade sulla scelta di una piattaforma trading. Bisogna prestare attenzione: è la scelta che determinerà l’andamento della propria attività.

Per tale ragione, consigliamo di affidarsi esclusivamente a broker autorizzati, cioè che detengono regolamentazioni e certificazioni rilasciate da autorità di controllo internazionali. In questo modo, si avrà la certezza di operare con una piattaforma del tutto legale.

Al contempo, è bene sapere che le migliori piattaforme sono: gratuite ed intuitive. Tutto ciò, ha reso il trading online un’attività adatta anche a piccoli traders indipendenti.

In più, è chiaro che i CFD propongono condizioni di trading ideali: consentono di investire al rialzo, ma anche al ribasso.

Allo stesso tempo, sono vantaggiosi perché permettono di speculare su un titolo senza possederlo direttamente. Ciò significa che i traders potranno generare profitti dalle frequenti oscillazioni di prezzo che un asset registra dal momento di apertura a quello di chiusura di una posizione.

Per coloro che conoscono già i numerosi vantaggi offerti dal trading CFD, consigliamo subito di provare una di queste piattaforme professionali e regolamentate: Capital.com, eToro, o IQ Option.

1.Capital.com

Uno dei migliori broker di mercato, apprezzato in termini mondiali, è Capital.com (visita qui il sito ufficiale).

Vogliamo subito tranquillizzare i traders: il broker possiede una regolamentazione CySEC (numero di licenza 319/17). Offre una piattaforma semplice e all’avanguardia. Difatti, è ampiamente apprezzata da qualsiasi tipologia di trader.

In maniera particolare, il broker offre una sezione didattica gratuitamente accessibile, per consentire agli utenti di studiare le basi dell’analisi tecnica.

Scopri l’offerta formativa di Capital.com.

La caratteristica più interessante è sicuramente la presenza di un’intelligenza artificiale dalla quale ottenere consigli personalizzati in base alla propria operatività.

Con tutti questi strumenti a propria disposizione, elaborare una corretta analisi tecnica risulterà molto più semplice anche per chi non ha alcuna esperienza nel settore.

Inoltre, con la possibilità di iniziare da una simulazione gratuita, si potranno testare le strategie elaborate senza correre rischi.

Prova qui il conto demo.

2.eToro

Un broker considerato come leader indiscusso del settore è eToro (visita qui il sito ufficiale).

Combinando avanguardia e utilizzabilità, la piattaforma ha riscosso un notevole successo. Naturalmente, perché possiede le carte in regola per fornire i propri servizi online: autorizzazione CySEC con numero 109/10.

Un vantaggio gratuito offerto dalla piattaforma per imparare a fare trading, ma anche capire come muoversi tra i mercati, è legato allo strumento di copy trading.

In termini semplici, consente ai principianti di selezionare dei popular investor, cioè i traders meglio performanti della piattaforma. In questo modo, automaticamente la piattaforma replicherà, sul proprio profilo, le operazioni da loro effettuate.

Vogliamo anche sottolineare che si tratta della prima piattaforma di trading propostasi come un newtork, sul quale si è creata una vera e propria community di traders da cui ottenere consigli. Ecco perché si parla di Social Trading.

Anche in questo caso, potrebbe essere un vantaggio per i meno esperti che necessitano dell’aiuto dei professionisti.

Scopri i vantaggi del copy trading.

eToro propone una vastità di assets da inserire nel proprio wallet, avendo a propria disposizione grafici e strumenti per l’analisi tecnica.

Tra questi, non possono mancare i tanto amati titoli azionari; profittevoli se si applicano le strategie giuste e si studia, in maniera approfondita, il mercato con l’analisi tecnica.

Investi in azioni a commissioni zero.

3.IQ Option

Un’ultima piattaforma di trading online conosciuta in tutto il mondo è IQ Option (visita qui il sito ufficiale).

Anche in quest’ultimo caso, si tratta di un broker che possiede una regolamentazione CySEC, con numero di licenza 274/14.

Di questa piattaforma si possono mettere in evidenza alcuni aspetti, come l’estrema semplicità con cui si utilizza, e la varietà di assets su cui negoziare a zero spese.

IQ Option offre un ulteriore vantaggio: iniziare a fare trading online con un deposito minimo di soli 10 euro. In questo caso, anche traders che partono da piccoli capitali potranno testare le proprie capacità e mettersi in gioco.

Naturalmente, i traders che necessitano di acquisire familiarità con la piattaforma o mettersi alla prova, potranno accedere ad un conto demo gratuito e senza vincoli.

Apri qui un conto IQ Option.

Analisi tecnica: fare pratica con il conto demo

Come abbiamo visto durante la guida, iniziare da un conto demo è una delle soluzioni migliori per evitare di commettere errori legati all’inesperienza.

Strumento interessante sia per far pratica sui mercati che per acquisire familiarità con la piattaforma, è offerto solo dai migliori broker come eToro.

Per rendere più chiari i concetti fino ad ora esplicati riguardo l’analisi tecnica, vogliamo proporre un esempio pratico, realizzato grazie al grafico presente sulla piattaforma di eToro.

Utilizzeremo un grafico lineare con l’applicazione della Doppia Media Mobile per capire come si muove il titolo Nike:

analisi-tecnica-sul-titolo-nike
Analisi tecnica su titolo Nike

In questo caso, abbiamo due linee impostate su 50 (linea rossa; media mobile lenta) e su 100 (linea blu; media mobile veloce) su un lasso di tempo ben preciso: un giorno.

Quello a cui dobbiamo prestare è l’incrocio tra le due medie mobili, poiché rivelano segnali ben chiari:

  • D’acquisto: quando la media mobile veloce incontra quella lenta con un movimento che va dal basso verso l’alto;
  • Di vendita: quando la media mobile veloce s’interseca con quella lenta con una spinta che va, invece, dall’alto verso il basso.

Analizzando i casi cerchiati, i traders potranno capire se vendere allo scoperto oppure entrare sul mercato ed acquistare.

Naturalmente, vogliamo chiarire che tale esposizione così diretta alle proposte di mercato è possibile solo se s’investe con i CFD.

Dunque, per non perdere alcuna occasione di incrementare i propri risparmi, consigliamo di affidarsi a broker seri ed efficienti. Una volta compreso il funzionamento degli indicatori che più c’interessano, elaborare una corretta analisi tecnica sarà semplice anche per traders meno esperti.

Intanto, sarà sufficiente far pratica con un conto trading demo per avere la certezza di riuscire ad intuire i movimenti di mercato e capire qual è la posizione migliore da aprire.

Migliori libri di analisi tecnica

Una delle ricerche più frequenti riguarda quali sono i migliori libri per l’analisi tecnica. Per fornire una guida completa sotto ogni punto di vista, abbiamo deciso di inserire i titoli più interessanti per scoprire, leggendo, cos’è e come funziona tale metodo di studio del trading online.

Intanto ricordiamo anche che per chi volesse approfondire con la lettura queste tematiche esiste su questo sito la nostra raccolta completa: libri di trading.

Un evergreen che non può mancare nella libreria di un trader è “Analisi tecnica dei mercati finanziari” di John Murphy.

Si tratta di un libro di semplice comprensione, ma che contiene i principi fondamentali per l’analisi tecnica.

Per i traders interessati ai grafici di trading di cui abbiamo già discusso, cioè quello a candele giapponesi, ecco un’interessante proposta: “Japanese Candlestick Charting Techniques” di Steve Nison, un vero esperto del settore.

Tale volume è dedicato principalmente alle modalità con cui applicare il grafico di origine giapponese, poiché risulta adatto a qualsiasi mercato. Inoltre, la lettura risulta adatta anche a traders non professionisti.

Un libro interamente dedicati all’analisi tecnica, indirizzato ai principianti, è “Guida all’analisi tecnica. Principi, strumenti e metodi per capire i mercati finanziari di Maurizio Mazziero.

Si tratta di un must have perché si propone come una delle guide più semplici, intuitive ed esaurienti per comprendere i principi dell’analisi tecnica, ma anche per conoscere gli strumenti da utilizzare in base agli assets che si preferiscono.

Infine, consigliamo un libro che va oltre la semplice analisi tecnica: “Lo Zen e la Via del Trader Samurai di Stefano Fanton. In tale volume dedicato al trading, l’autore si sofferma sull’importanza che il fattore emotivo gioca in quest’attività.

Potrebbe esser un buon modo per iniziare a capire come gestire le proprie emozioni, così da elaborare un’analisi tecnica ben studiata e trarre il meglio da qualsiasi scenario di mercato.

Infine, per un approccio metodico e più veloce, consigliamo di accedere alla sezione didattica Capital.com; gratuita ed efficiente.

Analisi tecnica: opinioni e considerazioni finali

Questa guida ha lo scopo di guidare i traders verso quello che potrebbe essere l’approccio migliore per fare trading online; sia per professionisti che per coloro che sono ancora inesperti.

L’analisi tecnica è uno degli strumenti di trading più importanti e gioca un ruolo di primaria importanza nello studio dei trend di mercato, delle tendenze, e in generale, per capire come subentrare in occasioni di guadagno allettanti.

Infatti, ricordiamo che col trading CFD si potranno avere condizioni d’investimento flessibili ed adatte alle proprie capacità.

In realtà, scegliendo il broker giusto, si potrà operare in base alle proprie disponibilità economiche, imparando a gestire il rischio, ma anche il proprio capitale. In più, con l’opportunità di investire al rialzo, ma anche al ribasso, si avranno maggiori chances di registrare risultati risultati positivi, a prescindere dalla situazione di mercato.

Naturalmente, il tutto è possibile solo se si opta per broker regolamentati e professionali, in modo da iniziare col piede giusto e avere la certezza di investire con tutti gli strumenti necessari.

Ricapitolando, consigliamo di selezionare quelli che, attualmente, non possono non esser inseriti sul podio delle migliori piattaforme di trading CFD: Capital.com, eToro e IQ Option.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guidatradingonline.net © 2016-2020 Guidatradingonline.net - Guida completa per imparare a fare trading online.