Strumenti di Trading: qui trovi quelli da non perdere

Di cosa ha bisogno un trader per avere successo nei mercati finanziari? Di nulla se non di buoni strumenti di trading. In questa guida vogliamo presentarti tutti gli strumenti di cui hai bisogno per investire in maniera vincente.

Sul web circola troppa fuffa oggi come oggi. Molti siti “specializzati” e guru degli investimenti consigliano soluzioni tutto in uno per vincere facile nel trading. Tuttavia, qui su GuidaTradingOnline.net ricordiamo sempre che investire non è un gioco da ragazzi.

Per raggiungere l’obiettivo di arrotondare uno stipendio o guadagnare migliaia di euro al mese c’è un percorso da seguire. Questo percorso lo hanno tracciato le migliaia di traders che hanno avuto un reale successo in questa attività.

Per negoziare in modo valido e vincente, quindi, non c’è niente da fare se non imitare quello che ha fatto chi ha già ottenuto risultati concreti. E dunque, cosa fanno i traders professionisti per garantirsi crescita finanziaria e profitti?

Riassumiamo tutto nei seguenti punti:

  1. Dotarsi di una piattaforma di trading online sicura, affidabili e di qualità;
  2. Usare strumenti di trading di qualità;
  3. Elaborare strategie di gestione del capitale e psicologiche per migliorare le performance sui mercati.

Oggi ci concentreremo sul punto numero 2. Abbiamo riassunto qui tutti gli strumenti di trading che poi approfondiamo nelle varie sezioni del nostro sito che è pensato per essere la TUA GUIDA al trading online sotto tutti i punti di vista.

Riguardo al punto numero 1, se non hai ancora scelto la tua piattaforma di trading ti consigliamo di consultare il nostro elenco qui, contiene tutte le migliori piattaforme dei Top Broker di trading online:

BROKER TRADING ONLINE RACCOMANDATI
Licenza: CySEC

Dep. Min. 250€
Recensione Investous
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Segnali Gratis
Inizia Gratis ➤ Capitale a rischio.
Licenza: CySEC

Dep. Min. €200
Recensione eToro
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Social Trading
Inizia Gratis ➤ 62% of retail CFD accounts lose money.
Licenza: CYsec

Dep. Min. €100
Recensione Plus500
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Spreads Stretti
Inizia Gratis ➤ Capitale a Rischio.
Licenza: CySEC

Dep. Min. €10
Recensione IQ Option
Saldo Demo: 10.000€
Esclusività: Community Trading
Inizia Gratis ➤ Capitale a rischio.
Licenza: CySEC

Dep. Min. 100€
Recensione Trade.com
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Video/eBook Gratis
Inizia Gratis ➤ Capitale a rischio.

Strumenti di Trading: cosa sono?

Noi siamo sicuri che tu, come molti altri nostri lettori, ti stai chiedendo cosa è davvero indispensabile per te per:

  • diventare un vero trader
  • avere un VERO successo sui mercati finanziari

Noi abbiamo scelto di parlare di strumenti di trading proprio in questo senso. Ti elenchiamo ora tutto quello che non deve assolutamente mancare prima di premere i pulsanti di invio ordine a mercato!

Strumenti di trading tecnici: analisi di mercato

Fare trading online significa fare analisi tecnica dei mercati finanziari. I due concetti vanno a braccetto perché è impossibile illudersi di avere successo senza capire cosa sta succedendo nel mercato di riferimento.

Bisogna capire qual è la tendenza di mercato, il tasso di volatilità, la possibilità che si verifichino inversioni nell’andamento del prezzo. Tutto questo e molto altro ancora si può misurare e scoprire grazie agli indicatori tecnici.

strumenti-di-trading-indicatori-tecnici
Gli indicatori tecnici sono i principali strumenti di trading.

Non a caso noi di GuidaTradingOnline.net abbiamo riassunto nel nostro sito un gran numero di indicatori tecnici. Li abbiamo selezionati e spiegati in modo molto semplice. Sono presenti qui tutti gli indicatori migliori, quelli usati dai professionisti.

Ora facciamo un elenco degli indicatori che abbiamo trattato. Sono tutti efficaci per fare analisi di mercato e scoprire con ottime probabilità di riuscita il futuro andamento del prezzo:

Indicatore ADX

Il trading in direzione di una forte tendenza riduce il rischio e aumenta il potenziale di profitto. L’indice direzionale medio (ADX) viene utilizzato per determinare quando il prezzo è in forte tendenza.

In molti casi l’ADX sia è dimostrato l’indicatore di tendenza più decisivo che si sia mai visto sui mercati. Dopo tutto, il trend può essere tuo amico, ma sicuramente aiuta anche a riconoscere quali sono i movimenti “pericolosi”.

>>> Consulta la guida all’indicatore ADX

Indicatore RSI

L’indice di forza relativa (RSI) è un indicatore di momentum che misura l’entità delle recenti variazioni di prezzo per valutare le condizioni di ipercomprato o ipervenduto nel prezzo di un’azione o di un altro bene.

L’RSI viene visualizzato come un oscillatore (un grafico a linee che si muove tra due estremi) e può avere una lettura da 0 a 100.

L’indicatore è stato originariamente sviluppato da J. Welles Wilder Jr. e introdotto nel suo libro fondamentale del 1978, New Concepts in Technical Trading Systems.

>>> Consulta la guida all’indicatore RSI

Indicatore MACD

Il Moving Average Convergence Divergence (MACD) è un indicatore di dinamica che mostra la relazione tra due medie mobili del prezzo di un titolo.

Il MACD è calcolato sottraendo la media mobile esponenziale a 26 periodi (EMA) dalla EMA a 12 periodi.

>>> Consulta la guida all’indicatore MACD

Indicatore Supporti e Resistenze

Il livello di supporto, si riferisce al livello di prezzo al quale un’attività non scende al di sotto per un periodo di tempo. Il livello di supporto di un’attività viene creato dagli acquirenti che entrano sul mercato ogni volta che l’attività scende a un prezzo inferiore.

La resistenza, invece, o livello di resistenza, è il punto di prezzo al quale l’aumento del prezzo di un bene viene fermato dall’emergere di un numero crescente di venditori che desiderano vendere a quel prezzo.

>>> Consulta la guida ai Supporti e Resistenze

Indicatore Media Mobile Semplice

Una media mobile semplice (SMA) è una media mobile aritmetica calcolata sommando i prezzi di chiusura recenti e dividendo poi questa per il numero di periodi di tempo nella media di calcolo.

Una media mobile semplice, o aritmetica, calcolata sommando il prezzo di chiusura del titolo per un certo numero di periodi di tempo e dividendo il totale per lo stesso numero di periodi.

Le medie a breve termine rispondono rapidamente alle variazioni del prezzo del sottostante, mentre le medie a lungo termine sono lente a reagire.

>>> Consulta la guida all’indicatore di Media Mobile Semplice

Indicatore Media Mobile Esponenziale

Una media mobile esponenziale (EMA) è un tipo di media mobile (MA) che attribuisce un peso e un significato maggiore ai dati più recenti.

La media mobile esponenziale è anche detta media mobile ponderata in modo esponenziale. Una media mobile esponenziale ponderata reagisce in modo più significativo alle recenti variazioni di prezzo rispetto a una media mobile semplice (SMA), che applica un peso uguale a tutte le osservazioni del periodo.

>>> Consulta la guida all’indicatore Media Mobile Esponenziale

Indicatore ATR

L’intervallo reale medio (ATR) è un indicatore di analisi tecnica che misura la volatilità del mercato scomponendo l’intero intervallo del prezzo di un’attività per quel periodo.

In particolare, l’ATR è una misura della volatilità introdotta dal tecnico di mercato J. Welles Wilder Jr. nel suo libro “New Concepts in Technical Trading Systems”.

>>> Consulta la guida all’indicatore ATR

Indicatore Media Mobile Doppia

La media mobile può essere usata in molti modi. Molti la usano da sola, ma molti altri preferiscono usare due medie mobili per ottenere segnali di trading.

Per investire si vanno a usare 2 medie mobili: una veloce e l’altra lenta. L’incrocio delle due medie genera segnali di trading affidabili in molti casi. Si tratta di uno degli indicatori più semplici da utilizzare in assoluto.

>>> Clicca qui per approfondire lo strumento Media Mobile Doppia

Indicatore Bande di Bollinger

Una “Bollinger Band” è uno strumento di analisi tecnica definito da un insieme di linee che tracciano due deviazioni standard (positive e negative) rispetto ad una semplice media mobile (SMA) del prezzo del titolo, ma può essere adattato alle preferenze dell’utente.

Le Bande di Bollinger sono state sviluppate e protette da copyright dal famoso trader tecnico John Bollinger. Sembrano difficili da comprendere, ma una volta capito il meccanismo sono un potentissimo strumento di trading.

>>> Consulta la guida all’indicatore Bande di Bollinger

Indicatore TRIX

La Media Tripla Esponenziale (TRIX) è un indicatore di quantità di moto utilizzato dai trader tecnici che mostra la variazione percentuale di una media mobile triplice esponenziale.

Quando viene applicato alle medie mobili, questo sistema è progettato per filtrare i movimenti di prezzo che sono considerati insignificanti o non importanti.

Il TRIX è anche implementato dai trader tecnici per produrre segnali di natura simile alla Moving Average Convergence Divergence (MACD).

>>> Consulta la guida all’indicatore Trix

Indicatore Nuvole di Ichimoku

Ichimoku Cloud (nuvole) è una raccolta di indicatori tecnici che mostrano i livelli di supporto e resistenza, nonché lo slancio e la direzione di tendenza.

Lavorano prendendo le medie multiple e tracciandole sul grafico. Utilizza anche questi dati per calcolare una “nuvola” che tenta di prevedere dove il prezzo potrebbe trovare supporto o resistenza in futuro.

>>> Consulta la guida all’indicatore Nuvole di Ichimoku

Indicatore Aroon

L’oscillatore Aroon è un indicatore di tendenza che utilizza aspetti dell’indicatore Aroon (Aroon Up e Aroon Down) per misurare la forza di una tendenza corrente e la probabilità che essa continui.

Le letture sopra lo zero indicano che è presente una tendenza al rialzo, mentre le letture sotto lo zero indicano che è presente una tendenza al ribasso.

I trader osservano i crossover delle linee zero per segnalare potenziali cambiamenti di tendenza. Essi osservano anche grandi movimenti, al di sopra di 50 o al di sotto di -50 per segnalare forti movimenti di prezzo.

>>> Consulta la guida all’indicatore Aroon

Indicatore Oscillatore Stocastico

Un oscillatore stocastico è un indicatore di quantità di moto che confronta un particolare prezzo di chiusura di un titolo con una gamma dei suoi prezzi in un certo periodo di tempo.

La sensibilità dell’oscillatore ai movimenti del mercato è riducibile regolando quel periodo di tempo o prendendo una media mobile del risultato. Viene utilizzato per generare segnali di ipercomprato e ipervenduto, utilizzando un intervallo di valori delimitato da 0-100.

>>> Consulta la guida all’Oscillatore Stocastico

Indicatore Chaikin Volatility

L’oscillatore Chaikin prende il nome dal suo creatore Marc Chaikin. L’oscillatore misura la linea di accumulazione-distribuzione della convergenza-divergenza media mobile (MACD).

Per calcolare l’oscillatore Chaikin, sottrarre una media mobile esponenziale (EMA) di 10 giorni della linea di accumulazione-distribuzione da una EMA di 3 giorni della linea di accumulazione-distribuzione.

Questo misura la quantità di moto prevista dalle oscillazioni intorno alla linea di accumulazione-distribuzione.

>>> Consulta la guida all’indicatore Chaikin Volatility

Indicatore Canali di Donchian

I canali di donchian sono tre linee generate da calcoli di media mobile che comprendono un indicatore formato da bande superiori e inferiori intorno a una banda media o mediana.

La banda superiore segna il prezzo più alto di un titolo su N periodi, mentre la banda inferiore segna il prezzo più basso di un titolo su N periodi.

L’area tra la banda superiore e quella inferiore rappresenta il canale Donchian. Il trader di future Richard Donchian ha sviluppato l’indicatore a metà del ventesimo secolo per aiutarlo a identificare le tendenze. In seguito sarebbe stato soprannominato “Il padre del seguire le tendenze”.

>>> Consulta la guida all’indicatore Canali di Donchian

Indicatore Onde di Elliott

La teoria dell’onda di Elliott è stata sviluppata da Ralph Nelson Elliott per descrivere i movimenti dei prezzi sui mercati finanziari, in cui ha osservato e identificato modelli di onde frattali ricorrenti.

Le onde possono essere identificate nei movimenti dei prezzi delle azioni e nel comportamento dei consumatori. Gli investitori che cercano di trarre profitto da una tendenza del mercato potrebbero essere descritti come “cavalcare un’onda”.

Un grande e forte movimento da parte dei proprietari di case per sostituire i loro mutui esistenti con nuovi mutui che hanno condizioni migliori si chiama “onda di rifinanziamento”.

>>> Consulta la guida all’indicatore Onde di Elliott

Indicatore Trend Line

Le Trend Line o linee di tendenza servono per leggere le tendenze di mercato: la loro presenza o la loro potenziale fine. Si tratta di un indicatore semplice da impostare e da usare.

I segnali generati dalle Trend Line sono affidabili e permettono di leggere i mercati in modo rapido e veloce. Per tracciarle è necessario un semplice strumento di disegno sulla propria piattaforma di trading.

>>> Consulta la guida all’indicatore Trend Line

Indicatore Williams Percent Range

Williams %R, noto anche come Williams Percent Range, è un tipo di indicatore di quantità di moto che si muove tra 0 e -100 e misura i livelli di ipercomprato e ipervenduto.

Il Williams %R può essere utilizzato per trovare punti di entrata e di uscita dal mercato. L’indicatore è molto simile all’oscillatore stocastico e viene utilizzato allo stesso modo.

È stato sviluppato da Larry Williams e confronta il prezzo di chiusura di un titolo con la fascia alto-basso in un periodo specifico, tipicamente 14 giorni o periodi.

>>> Consulta la guida all’indicatore William Percent Range

Indicatore CCI

Sviluppato da Donald Lambert, il Commodity Channel Index (CCI) è un oscillatore basato sulla quantità di moto utilizzato per determinare quando un veicolo di investimento sta raggiungendo una condizione di ipercomprato o ipervenduto.

È anche usato per valutare la direzione e la forza dell’andamento dei prezzi. Queste informazioni permettono ai trader di determinare se vogliono entrare o uscire da un’operazione, astenersi dall’effettuare un’operazione o aggiungere ad una posizione esistente.

In questo modo, l’indicatore può essere utilizzato per fornire segnali di trading quando agisce in un certo modo.

>>> Consulta la guida all’indicatore CCI

Indicatore Alligator

Il leggendario trader Bill Williams, uno dei primi pionieri della psicologia di mercato, ha sviluppato una serie di indicatori tecnici originali in una carriera che ha attraversato più di cinque decenni.

Il suo indicatore Alligator, che segue il trend, segue la premessa che i mercati finanziari e i singoli titoli tendono solo dal 15% al 30% del tempo, mentre il restante 70% all’85% del tempo si muove lateralmente.

>>> Consulta la guida all’indicatore Alligator

Indicatore SMI Ergodic

L’indicatore SMI è lo stesso del True Strength Index (TSI) sviluppato da William Blau, tranne per il fatto che l’SMI include una linea di segnale.

L’SMI utilizza una doppia media mobile del prezzo meno il prezzo precedente su 2 fasce orarie. La linea di segnale, che è un EMA dell’SMI, è tracciata per aiutare ad attivare i segnali di trading.

Sono inoltre fornite guide regolabili per regolare con precisione questi segnali. L’utente può modificare l’ingresso (close), il metodo (EMA), le lunghezze dei periodi e i valori guida.

>>> Consulta la guida all’indicatore SMI Ergodic

Indicatore Pivot Point

Un pivot point è un indicatore di analisi tecnica, o calcoli, utilizzato per determinare l’andamento complessivo del mercato in diversi periodi di tempo.

Il pivot point stesso è semplicemente la media dei prezzi alti, bassi e di chiusura del giorno di negoziazione precedente.

Il giorno successivo, il trading sopra il pivot point è pensato per indicare un sentimento rialzista in corso, mentre il trading sotto il pivot point indica un sentimento ribassista.

>>> Consulta la guida all’indicatore Pivot Point

Indicatore Parabolic SAR

L’indicatore SAR parabolico, sviluppato da J. Wells Wilder, è utilizzato dai trader per determinare la direzione di tendenza e le potenziali inversioni di prezzo.

L’indicatore utilizza un metodo di trailing stop e reverse chiamato “SAR”, o stop e reverse, per identificare i punti di uscita e di entrata adatti. I trader si riferiscono all’indicatore anche come stop parabolico e reverse, SAR parabolico o PSAR.

>>> Consulta la guida all’indicatore Parabolic SAR

Strumenti di Trading: le nostre strategie pronte all’uso

Con gli indicatori di trading che sopra abbiamo riassunto è possibile elaborare efficaci strategie di trading. Di cosa si tratta?

Una strategia è un’insieme strutturato di regole e comportamenti che passo dopo passo ti illustrano come organizzare un eseguito di mercato (operazione di trading/investimento).

Nelle nostre strategie puoi trovare:

  1. Uno specifico asset dove investire (Petrolio, oro, Euro-dollaro etc.);
  2. Uno o più indicatori tecnici spiegati semplice ottimi per analizzare l’asset di riferimento;
  3. Segnali di entrata e uscita dal mercato;
  4. Consigli strategici vari per gestire l’operazione.

Strategie per ogni mercato: semplici e pronte

Ti presentiamo ora tutti i mercati per i quali abbiamo preparato strategie per te. Si tratta di strumenti di trading semplici ed ottimizzati per massimizzare i risultati.

Puoi provare subito tali strategie grazie alle piattaforme di trading online con conto demo che trovi nel seguente elenco:

BROKER TRADING ONLINE RACCOMANDATI
Licenza: CySEC

Dep. Min. 250€
Recensione Investous
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Segnali Gratis
Inizia Gratis ➤ Capitale a rischio.
Licenza: CySEC

Dep. Min. €200
Recensione eToro
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Social Trading
Inizia Gratis ➤ 62% of retail CFD accounts lose money.
Licenza: CYsec

Dep. Min. €100
Recensione Plus500
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Spreads Stretti
Inizia Gratis ➤ Capitale a Rischio.
Licenza: CySEC

Dep. Min. €10
Recensione IQ Option
Saldo Demo: 10.000€
Esclusività: Community Trading
Inizia Gratis ➤ Capitale a rischio.
Licenza: CySEC

Dep. Min. 100€
Recensione Trade.com
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Video/eBook Gratis
Inizia Gratis ➤ Capitale a rischio.

Strategie per il FOREX

Iniziamo dalle strategie per il mercato Forex, il più amato e utilizzato dai traders a livello mondiale. Il Foreign exchange Market è tra i più appetibili per investire.

Dal principiante al trader più navigato, tutti provano a negoziare sul Forex. Le grandi oscillazioni quotidiane di questo mercato aprono la strada a grandi profitti.

Gli esperti di GuidaTradingOnline, hanno realizzato per i lettori molte strategie di investimento valide per i principali asset del Forex. Le nostre strategie sono valide per l’euro/dollaro e molti altri asset chiave del mercato valutario.

>>> Consulta le nostre strategie Forex

Strategie Per l’azionario

Sul nostro sito sono presenti anche eccellenti strategie da applicare sull’azionario. Abbiamo approntato delle tecniche per intervenire sugli asset delle maggiori compagnie a livello mondiale.

Si tratta di asset convenienti. Con i broker presentati nella tabella puoi intervenire su asset come Facebook, Apple, Google e tutti gli altri colossi finanziari.

Se scegli di farlo con le nostre strategie puoi ottenere buoni risultati perché i movimenti di prezzo sono monitorati attraverso appositi indicatori tecnici, come quelli che abbiamo elencato poco fa.

>>> Consulta le nostre strategie per le azioni

Strategie CFD

Le strategie CFD sono universali e vanno bene praticamente per qualsiasi asset si scelga di negoziare con i contratti per differenza. Unendo due o più indicatori con i CFD le analisi di mercato si fanno molto precise.

I CFD sono strumenti attraverso i quali si può negoziare su qualsiasi mercato, anche quello delle criptovalute. Attraverso essi si può sia comprare sia vendere in pochi secondi un bene o titolo di mercato.

Le tecniche che abbiamo ideato sono state lungamente testate e si possono applicare facilmente. L’importante è usarle anche sul conto demo e testarle prima di passare all’azione.

>>> Consulta le nostre strategie CFD

Strategie per le Materie Prime

Le materie prima sono asset molto interessanti. Esse comprendono tutti quei beni di scambio importanti e fondamentali per l’economia mondiale. Non potevano mancare tra le nostre strategie alcune ad esse dedicate.

Abbiamo elaborato strategie per tutti i principali beni scambiati al mondo. Puoi scoprire come negoziare sul petrolio, asset chiave per gli equilibri geopolitici.

Inoltre abbiamo approntato strategie sull’oro e altri metalli preziosi, tutti molti indicati per investimenti di lungo termine che sfruttano la costante crescita dei prezzi.

>>> Consulta le nostre strategie per le materie prime

Strategie Indici

Gli indici di borsa sono gli asset più sicuri su cui investire ecco perché li abbiamo compresi tra le nostre strategie con alcune tecniche davvero efficaci ed esclusive.

Per tutti i traders che desiderano fare operazioni di mercato poco rischiose e facilmente gestibili gli indici rappresentano la soluzione giusta.

Come scoprirai nelle nostre strategie per investire in indici è sufficiente seguire le molte fonti di informazione che li riguardano. Ogni giorno se ne sente parlare anche al telegiornale.

Gli indici sono i cosiddetti panieri azionari ovvero asset che comprendono nel loro andamento la media di un certo numero di aziende quotate in borsa.

>>> Consulta le nostre strategie per gli Indici

Strategie di Gestione

Infine, abbiamo realizzato una serie di strategie relative alla gestione degli aspetti fondamentali del trading: il capitale, la mente, il risparmio e sistemi decisionali.

Nel trading nulla va lasciato al caso. Non si tratta solo di aprire e chiudere operazioni, ma anche di gestire tutti gli aspetti esterni agli eseguiti di mercato.

Uno degli aspetti più importanti è proprio la gestione mentale, aspetto troppo spesso sottovalutato da chi è alle prime armi. Secondariamente ci sono da gestire i rischi/benefici delle operazioni di trading, per capire se un’operazione vale la pena o meno.

Strumenti di Trading: il grafico

Qual è il principale strumento di trading? Il principale in assoluto? È il grafico. Sulla scrivania di chiunque faccia trading online deve essere sempre presente uno schermo con dei grafici di negoziazione.

Il grafico di trading non è niente di spaventoso, ci mancherebbe :). È solo la rappresentazione grafica del prezzo di un bene o titolo sul mercato. L’abbiamo inventato apposta per questo: riuscire a orientarci e analizzarlo, riuscire a vedere e misurare il prezzo per comprenderne i movimenti.

strumenti di trading grafico - prezzo dell'oro
Grafico di prezzo dell’Oro

Ecco, quello che vedi sopra è il grafico che mostra l’andamento del prezzo dell’oro. L’oro è l’asset più scelto tra le materie prime soprattutto per operazioni di lungo termine.

La rappresentazione qui presente è quella a “candele”, in altre parole questo è il famoso grafico candlesticks. Le candele mostrano la crescita e la diminuzione del prezzo.

Quelle versi sono candele rialziste. Mostrano la crescita del prezzo in un dato periodo di tempo. Mentre quelle rosse sono candele ribassiste e danno la misura dei cali del prezzo nel tempo.

In questa guida, abbiamo riposto tutto ciò che devi sapere in relazione ai grafici trading: Grafici trading: quali usare per investire online

I pattern Candlesticks

Le candele sono molto famose soprattutto per un motivo: guardandole si possono ottenere informazioni sulle future intenzioni degli investitori. Quindi possono essere usate per strutturare strategie o per trovare e confermare segnali di investimento.

I famosi pattern candlesticks sono formazioni delle candele. Vanno a formarsi sul grafico dei veri e propri modelli riconoscibili. Gli investitori nel tempo si sono resi conto che certo modelli preannunciano i futuri movimenti del prezzo: rialzisti e ribassisti.

Non solo, l’analisi dei grafici consente di individuare dei comportamenti di prezzo che si ripetono e vengono definiti figure o modelli. Ma le stesse figure possono essere:

  • figure di continuazione: quando indicano il proseguimento del trend in atto;
  • figure di inversione: quando indicano l’esaurimento del trend in atto.

I grafici indicano l’andamento dei prezzi in funzione della variabile temporale (il time-frame) su cui vengono impostati.

Saper analizzare il grafico è, dunque, fondamentale per qualsiasi investitore. Come abbiamo visto è possibile farlo con gli indicatori tecnici, ma lo si può fare anche con le candele.

Tutto ciò che da informazioni sul prezzo e sull’andamento degli asset può essere utile per chi fa scambi sui mercati finanziari e ha capitali da investire.

Consulta la nostra guida esclusivamente dedicata alle formazioni Candlestick, grafici, figure di inversione e continuazione.

Strumenti di Trading: cosa ti serve per negoziare?

Ormai con la tecnologia tutto è cambiato. Ora è possibile operare sui mercati finanziari con pochi strumenti di trading indispensabili. Ciò significa che anche una persona qualsiasi da casa sua può investire sui mercati.

Ora vogliamo riassumere qui gli strumenti di base, pratici e indispensabili, dei quali non puoi fare a meno per operare online. Si tratta di soli 3 elementi:

  • Un PC di media potenza;
  • Una connessione a internet (meglio se veloce);
  • Una piattaforma di trading.

Quale PC devi scegliere per fare trading?

Come strumento tecnologico il computer è l’elemento fondamentale per qualsiasi attività di negoziazione. Oggi ormai si può negoziare con qualsiasi tipologia dispositivo.

Il trading sulle principali piattaforme è disponibile su supporti come:

  • Computer Fisso
  • Computer Portatile
  • Smartphone (iOS – Android)
  • Tablet

Tutti questi possono essere ottimi strumenti di trading. Anche sullo smartphone si possono fare ottime performance di investimento visto che sono state ideate piattaforme di trading in formato App.

I software di trading oggi non si devono più nemmeno scaricare. Sono disponibili direttamente sul web tramite browser. Che si tratti di Chrome, Opera o Safari non fa differenza.

Alcuni traders usano più di uno monitor per operare, ma in definitiva questo è necessario solo per i professionisti affermati in grado di seguire più operazioni contemporaneamente.

Per approfondimenti sulla postazione PC ideale per fare trading online, leggi la nostra guida: Trading Online, come scegliere l’hardware del PC

La connessione Internet è importante

La connessione difficilmente è un problema. L’importante è che sia stabile. Oggi che praticamente tutti disponiamo di fibra ottica intorno ai 100 megabit, si può negoziare senza problemi.

Nei casi in cui si disponga ancora del classico ADSL a 7 mega sarebbe opportuno assicurarsi che il proprio PC sia connesso alla rete tramite cavo Ethernet.

Se la connessione è a 7 megabit, si può considerare più che sufficiente per operare online, ma ribadiamo l’importanza del fatto che sia stabile. Altrimenti, seguire per bene lo sviluppo dei mercati potrebbe diventare complesso per non parlare dell’invio degli ordini.

Piattaforme di Trading: il terzo e ultimo strumento

Prima abbiamo parlato dei grafici di trading. Dove puoi trovarli disponibili? Sulle piattaforme di trading online.

Si tratta di quei luoghi virtuali dai quali puoi gestire interamente le operazioni di mercato. Sulle piattaforme si può:

  1. Consultare liste di asset sui quali investire;
  2. Ricevere notizie, aggiornamenti e informazioni sui mercati;
  3. Aprire e chiudere operazioni di investimento;
  4. Vedere grafici in tempo reale;
  5. Fare analisi di mercato complete e affidabili;
  6. Monitorare in qualsiasi momento gli investimenti avviati;
  7. Gestire il proprio conto, entrate e uscite.

Vuoi avere un’idea di quelle che sono e migliori piattaforme di trading in circolazione? Ti basta consultare questo elenco:

BROKER TRADING ONLINE RACCOMANDATI
Licenza: CySEC

Dep. Min. 250€
Recensione Investous
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Segnali Gratis
Inizia Gratis ➤ Capitale a rischio.
Licenza: CySEC

Dep. Min. €200
Recensione eToro
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Social Trading
Inizia Gratis ➤ 62% of retail CFD accounts lose money.
Licenza: CYsec

Dep. Min. €100
Recensione Plus500
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Spreads Stretti
Inizia Gratis ➤ Capitale a Rischio.
Licenza: CySEC

Dep. Min. €10
Recensione IQ Option
Saldo Demo: 10.000€
Esclusività: Community Trading
Inizia Gratis ➤ Capitale a rischio.
Licenza: CySEC

Dep. Min. 100€
Recensione Trade.com
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Video/eBook Gratis
Inizia Gratis ➤ Capitale a rischio.

Strumenti di trading: il conto demo

Infine, dulcis in fundo, parliamo dello strumento di trading fondamentale sia per esperti sia per principianti. È il conto demo o conto dimostrativo per il trading online.

Proprio le piattaforme appena elencate mettono a disposizione di ogni trader versioni di prova dei loro strumenti di trading. Si tratta di versioni in tutto identiche a quelle reali, con la differenza che si usa denaro virtuale per investire.

Si capisce, dunque, che il conto demo è l’ideale per testare strumenti e strategie e per capire che impatto hanno sui mercati le propre strategie di investimento.

Il conto demo si può usare sia in parallelo a un conto reale, che funziona con il capitale depositato, sia a parte. Non è necessario aver depositato perché il tuo broker ti permetta di usar eil conto demo: è 100% gratuito.

Strumenti di trading per la formazione personale

Tra gli altri strumenti utili per iniziare a fare trading col piede giusto di certo non poteva mancare il capitolo dedicato alla formazione.

Gli strumenti di formazione professionale, spesso messi troppo presto nel dimenticatoio da tutti coloro che intraprendono l’attività di negoziazione di strumenti finanziari online, sono invece FONDAMENTALI.

GuidaTradingOnline.net consiglia lo studio e l’accrescimento del proprio bagaglio formativo non solamente ai principianti, ma anche ai più esperti; specie questi ultimi, dopo anni di attività di trading, troppo spesso mettono in secondo piano l’attività di formazione personale.

Proprio in virtù di quanto assolutamente crediamo, abbiamo stilato una classifica dei migliori libri di trading online, suddivisa in 10 testi indispensabili per i principianti, e altrettanti 10 per i più esperti.

Non si può immaginare di fare trading con successo se non si costruiscono prima delle solide fondamenta… non si può esser così sciocchi da credere che sia possibile migliorare le proprie performance se non si costruiscono, sopra di esse, dei muri portanti di gran spessore….

La redazione di GuidaTradingOnline.net

Strumenti di trading: considerazioni finali

Gli strumenti di trading qui proposti non sono pochi e non sempre sono semplici da usare, ma possiamo garantire una cosa: facendo pratica con il conto demo, provando gli indicatori tecnici e le strategie, prima o poi i risultati arrivano.

Una volta selezionata la giusta piattaforma di trading dove investire sarà la pratica a rendere maestri.

Quindi la strada è già tracciata: è necessario imparare e studiare tutti gli strumenti di cui sopra per diventare veri trader e dominare i mercati finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guidatradingonline.net © 2016-2020 Guidatradingonline.net - Guida completa per imparare a fare trading online.