martedì, 18 giugno, 2019

Trading CFD

Non tutti lo sanno, ma con il trading CFD si ha l’opportunità di diventare veri operatori finanziari direttamente online. Ancora oggi si tende a pensare che la Borsa e i mercati finanziari siano preclusi alle persone che fanno mestieri comuni come il cameriere, il barista o l’impiegato. Per fortuna ormai non è più così.

Tutti possono avere accesso al trading online per mezzo dei CFD.

Quasi nessun lavoro da svolgere su internet si può considerare altrettanto serio e professionale come il trading CFD. È davvero difficile pensare a una soluzione migliore per guadagnai importanti online, anche da casa propria. Inoltre, bisogna ricordare che questa tipologia di trading si basa su moderne piattaforme di negoziazione ideate per essere accessibili da tutte le categorie di utenti.

In altre parole, non è necessario essere dei guru dell’economia per poter iniziare a tradare. Per questo, non esitare, continua nella lettura di questa guida. Ti portiamo a conoscere bene il funzionamento dei CFD. Come da sempre è nello stile di GuidaTradingOnline.net, affrontiamo l’argomento in maniera semplice e accessibile, per dimostrarti che se lo desideri davvero puoi diventare un trader anche tu e iniziare una carriera sui mercati finanziari.

guida completa al trading CFD

Guida trading CFD

Cosa sono i CFD?

Ti stai chiedendo cos’è un CFD e come funziona? Partiamo dal principio. La parola CFD è un acronimo che significa Contract For Difference. Si tratta di uno “strumento derivato” per operare sui mercati finanziari in modalità speculativa e orientata al raggiungimento dei tuoi obiettivi personali di profitto.

Puoi fare questo da casa tua, nella comodità delle mura domestiche, oppure puoi scegliere di farlo altrove, perché tutto quello di cui necessiti è una connessione ad internet piuttosto stabile ed un qualsiasi supporto tecnologico, come smart phone, tablet, computer portatile, in pratica qualsiasi supporto permetta di accedere a piattaforme di negoziazione.

Con i CFD puoi intervenire su mercati finanziari di ogni tipo, come il famoso mercato Forex, quello delle materie prime, il mercato degli indici e perfino l’azionario. L’attività di trading CFD oggi è sempre più praticata perché offre prospettive di profitto di gran lunga superiori rispetto a quelle del lavoro dipendente o da commercianti.

Chi opera con i CFD fa il mestiere del “trader” ovvero dell’operatore finanziario. Si tratta di colui che fa operazioni di acquisto e vendita di asset (azioni, materie prime, titoli, criptovalute etc.). I traders professionisti possono arrivare a guadagnare cifre importanti su base mensile e annuale, ma solo se sono in grado di leggere, interpretare e operare sui mercati nel modo giusto.

Nella tabella sottostante trovi i broker di trading CFD più importanti al mondo. Sono loro ad offrire gratis le piattaforme su cui tradare. Nei prossimi paragrafi parliamo di chi sono i broker e come funzionano i CFD da loro offerti.

BROKER TRADING ONLINE RACCOMANDATI

BROKER TRADING ONLINE RACCOMANDATI

24option-logo
Deposito: €100
Vantaggi: Metatrader 4 + Trading central + Segnali
ISCRIVITI GRATUITAMENTE

Capitale a rischio.

broker-forex-etoro
Deposito: €200
Vantaggi: Social trading + Copy fund + Criptovalute
ISCRIVITI GRATUITAMENTE

Capitale a rischio.

24option-logo
Deposito: €10
Vantaggi: Opzioni Forex, Digitali + CFD + Hodly
ISCRIVITI GRATUITAMENTE

Capitale a rischio.

logo-broker-marketscom
Deposito: €100
Vantaggi: Spreads ridotti + Trend traders + Criptovalute
ISCRIVITI GRATUITAMENTE

Capitale a rischio.

SCOPRI TUTTI I MIGLIORI BROKERS

trade.com broker trading
Deposito: €100
Vantaggi: Omaggio 25€ + Formazione + Criptovalute
broker-forex-plus500-1
Deposito: €100
Vantaggi: 0 commissioni + Criptovalute + spreads stretti

Trading CFD: come funziona?

Se oggi fare trading online con i CFD è una possibilità aperta a tutti, fino a poco fa non era così. Per operare in borsa era necessario rivolgersi alle banche o a broker indipendenti che prendono in carico il denaro di persone per investirlo. Insomma, si dovevano affidare i propri soldi a qualcun altro (banche o consulenti finanziari) nella speranza che riuscissero fare buoni investimenti per conto del cliente.

In tutta onestà, questo sistema non funziona. Le banche impongono grosse commissioni da pagare e i consulenti finanziari raramente sanno davvero quello che fanno. Con il trading CFD online, invece, il trader può operare in perfetta autonomia, senza che siano altri a gestire i suoi trades (operazioni di mercato).

Chi fa trading CFD online con le moderne piattaforme di negoziazione può tenere sotto controllo le entrate e le uscite, può pianificare personalmente il trading in base ai propri obiettivi e può tenere sempre la situazione sotto controllo. Ma a chi rivolgersi per poter godere di questa autonomia? Chi emette CFD online?

Trading CFD: il ruolo dei Broker

Vuoi sapere come comprare CFD? I Contratti per Differenza online sono emessi dai broker. Sono loro gli unici intermediari legali e autorizzati ai quali è bene affidarsi per fare trading in sicurezza e senza truffe.  I migliori broker presenti in rete sono quelli elencati nella tabella soprastante.

Quasi tutte le recensioni e le opinioni di utenti che hanno provato questi broker sono positive perché i servizi offerti sono i migliori in circolazione.

Per un trader il broker è tutto. È il broker a dare la piattaforma di trading e a stabilire le condizioni per negoziare. L’uso delle piattaforme dei maggiori broker è gratuito, come sono gratis anche l’iscrizione e il deposito del proprio capitale di trading sul conto di investimento.

I moderni provider di CFD garantiscono mezzi moderni, tecnologici e sicuri per sfruttare i propri capitali in rete. Chi ha ancora una mentalità medievale e pensa che online ci siano solo truffe e menzogne, evidentemente non ha ancora provato a negoziare con gli ultimi modelli di piattaforme dei broker CFD.

Le piattaforme sono state studiate per usarle in modo semplice. Con pochi click si possono piazzare i propri ordini di mercato senza dover passare attraverso processi complicati. Grazie ai migliori broker di trading CFD i mercati sono diventati accessibili a tutti. Sono molti anche gli strumenti didattici gratuiti e di supporto al trading garantiti dagli stessi broker.

È così che anche chi non ha mai fatto trading CFD può migliorare fin da subito le proprie performance.

Trading CFD: i mercati disponibili

Il trading con i contratti per differenza lo si fa sugli “asset finanziari”, ovvero i beni e titoli sui quali si può impiegare il capitale di investimento. Ci sono centinaia di asset sui quali negoziare, e tutti loro possono essere suddivisi in 5 categorie principali, alle quali ora vogliamo introdurti brevemente.

Tutti i broker consigliati da GuidaTradingOnline.net permettono di negoziare sui mercati di seguito elencati. Tra questi puoi andare a scovare i tuoi asset preferiti per operazioni di mercato vincenti. Come abbiamo detto la varietà non manca e siamo certi che non ci metterai molto ad individuare gli asset più adatti alle tue esigenze.

1 – Mercato Forex

La maggior parte degli investitori quando inizia lo fa perché è intenzionato a comprare e vendere CFD sul Forex, ovvero il mercato dove si scambiano quotidianamente le valute come l’euro, il dollaro, lo yen e molto altro ancora.

Il mercato Forex è quello dove si stabiliscono i tassi di cambio delle valute, è questa la sua funzione principale, il valore del tasso di cambio dipende dalla potenza economica della nazione alla quale la data valuta afferisce. Per questo il dollaro americano è la moneta cardine del mercato Forex. Essa è la più scambiata, la più presente ed anche una delle più forti in assoluto.

La coppia di valute del mercato Forex più importante è quella che rappresenta il tasso di cambio tra l’Euro ed il Dollaro. Parliamo della famosa coppia EUR / USD, sulla quale ti consigliamo di tradare anche a partire sai tuoi primi approcci ai mercati. Gestire operazioni su un asset riconosciuto e importante come l’EUR / USD è più semplice rispetto a coppie di valute meno conosciute.

2 – Mercato azionario

Un secondo mercato di enorme interesse è quello azionario. Si tratta del mercato dove si acquistano e si vendono le azioni delle grandi imprese quotate in borsa. Molti traders si chiedono se ci sono differenze tra CFD e azioni. I CFD sono lo strumento con il quale si possono acquistare azioni online. Ancora oggi c’è chi vi investe come azionista in senso tradizionale, ma poi ci sono i traders moderni che usano gli asset dell’azionario solo come forma di speculazione grazie ai CFD.

Usare i CFD è cosa molto più conveniente. Chi compra azioni con i CFD può rivenderle anche nell’istante successivo se sa che ci guadagnerà. Fare trading azionario con i CFD è un processo agevolato e ti scarica da qualsiasi preoccupazione sull’andamento dell’azienda che emette le azioni.

Con i CFD non si ha alcun reale interesse nella crescita del valore delle azioni. Si può guadagnare anche quando il loro prezzo scende. Sull’azionario hai ampia scelta, puoi decidere di negoziare sulle azioni di Facebook oppure se lo desideri anche su quelle della blasonata Apple, ma c’è anche molto altro ancora.

3 – Mercato degli indici

Con i CFD si possono acquistare e vendere anche gli indici. Essi rappresentano un panieri azionari di varie aziende, quotate tutte insieme. Questi raggruppamenti non si fanno a casaccio, ma ad esempio un certo numero di aziende particolarmente rappresentative di un certo settore.

Pensa al famoso caso del NASDAQ. Questo indice è stato creato per rappresentare l’andamento dell’intero settore della tecnologia e dell’elettronica mondiale. Si calcola la media delle quotazioni delle 100 maggiori aziende operanti in tale settore e così si ottengono le quotazioni dell’indice.

4 – Mercato delle materie prime

Molto indicato anche per traders non particolarmente esperti è il mercato delle materie prime. Queste rappresentano una delle migliori alternative per ampliare e migliorare la propria selezione di asset e per differenziare il portafoglio di investimenti.

Investire sui CFD di materie prime è interessante perché esso è molto spesso correlato con quello che accade sul mercato Forex e con le scelte politiche ed economiche dei maggiori stati al mondo.

Le materie prime sono di varia natura, ci sono quelle legate all’energia come il petrolio ed il gas naturale. Poi ci sono le materie prime di largo consumo come il caffè, il cotone, il grano ed infine ci sono i metalli preziosi come l’oro, il rame e l’argento.

5 – Mercato delle criptovalute

Negli ultimi anni il mercato più vivace e preferito dagli investitori è stato quello delle criptovalute. Le valute virtuali si propongono ormai come il sistema finanziario alternativo a quello tradizionale da noi conosciuto e sempre più Paesi e governi stanno scegliendo di adottarle.

Da qualche tempo anche i broker di trading CFD hanno cominciato a proporre le criptovalute come asset di investimento. Tra le principali monete digitali su cui è possibile investire ci sono i Bitcoin, ma non mancano anche molte altre possibilità come Ethereum, Stellar, Dash Coin ed Ethereum.

Queste valute virtuali sono un asset di investimento eccellente grazie alla loro tipica volatilità di mercato. Le oscillazioni quotidiane possono essere molto forti e questo favorisce gli investitori in CFD. Come abbiamo visto con questo strumento finanziario si può operare sia acquistando sia vendendo, quindi anche quando le criptovalute crollano c’è sempre margine di investimento.

I CFD su criptovalute e Bitcoin sono assolutamente da provare. Uno dei broker migliori in tal senso è 24option ( clicca quì per andare al sito ufficiale ).

Come si guadagna nel trading CFD?

Spiegare il procedimento con il quale si giunge a profitto nel trading CFD rischia di far sembrare questa attività più difficile di quanto non sia. Forse la soluzione migliore è passare subito all’azione, iscrivendoti a uno dei broker da noi consigliati. Passare alla pratica chiarisce molto più velocemente come si arriva a guadagnare attraverso i CFD.

Per questo ti invitiamo ad iscriverti ad un broker anche subito e fare prove di trading. Non è necessario mettere a rischio il tuo capitale perché puoi fare anche delle prove sul conto demo in CFD. Con il conto demo per capire come si svolge l’attività di trading partendo dalla pratica, in realtà non è difficile come si potrebbe pensare.

Se ti interessa davvero cominciare a guadagnare con i CFD il primo passo è l’iscrizione ad un broker. Dopo aver effettuato l’iscrizione per iniziare a fare trading è necessario un primo deposito sull’account che hai aperto nella piattaforma del broker stesso.

Tutto il denaro che depositi sul tuo conto di negoziazione corrisponde al tuo personale capitale di trading in CFD. Come viene gestito il denaro che depositi presso il broker?

  • I soldi depositati sono del trader
  • Per depositare e iniziare a fare trading non si pagano commissioni
  • Come trader puoi decidere di riprendere quanto hai depositato fino all’ultimo centesimo
  • Si può decidere liberamente quanto depositare
  • Ogni broker stabilisce una soglia minima di deposito, spesso è di 100 euro

Resta molto difficile trovare un broker che permetta di iniziare a negoziare con meno di 100 € di partenza. Dopotutto con meno di 100 € fare trading non è il massimo ed anche la soglia di profitto si abbassa notevolmente.

La maggior parte dei traders inizia con 200 € una cifra di buon livello per iniziare con il piede giusto la propria avventura nel trading CFD.

Migliori piattaforme per Trading CFD

Se hai intenzione di cominciare un percorso nel campo del trading CFD, non importa tanto con quanti soldi inizi o quanto sei bravo a leggere i mercati. Quello che conta di più è la scelta del broker.

È proprio il broker che deve essere in grado di darti supporto istante per istante mentre ti trovi a fare i conti con le operazioni di mercato. Nei momenti più difficili quando i mercati si fanno difficilmente leggibili e ti sembra di perdere il controllo ecco che una piattaforma eccellente, un servizio di assistenza ben organizzato, e gli ordini inviati velocemente possono fare la differenza.

Tutto questo possono offritelo soltanto i migliori broker presenti online per il trading di cfd, eccone una breve carrellata. Se vuoi iniziare a fare trading cfd devi assolutamente scegliere tra questi:

Sono 5 i broker che ti consigliamo per avere il massimo dalle tue negoziazioni in CFD:

  • Broker eToro: questo primo broker che ti proponiamo è quello con il classico simbolo delle corna ed il colore verde che forse hai già visto da qualche parte è davvero eccellente e saprà stupirti con servizi innovativi. Per aprire un conto trading clicca quì.
  • Broker 24option: uno dei marchi più prestigiosi in Italia per fare trading online sui CFD – permette di investire in cfd su azioni, materie prime, forex, indici e criptovalute. Per aprire un conto trading clicca quì.
  • Broker IQ Option: questo è uno dei broker trading maggiormente utilizzati in Europa e il più usato sia dai professionisti che dai traders novizi in Italia; il motivo è senza dubbio da ricercare nell’ottima piattaforma trading che si adatta ad ogni singola esigenza. Per aprire un conto trading clicca quì.
  • Broker Markets.com: non si diventa sponsor di un grande club di calcio come l’Arsenal se non sei un grande broker e Markets.com lo è, il suo primato è riconosciuto a livello internazionale e siamo certi che anche tu puoi godere di una offerta eccellente ed i un servizio con pochi concorrenti come il suo. Per aprire un conto trading clicca quì.

Strategie CFD per negoziare al meglio

Una volta fatta l’iscrizione e il deposito a uno di questi provider, non ti resta che iniziare a fare trading sulla piattaforma. In genere è offerta gratuitamente.

Di lì in poi per guadagnare con i CFD su qualsiasi mercato vale sempre la stessa regola. È una ed una soltanto, quindi faresti bene a tenerla sempre a mente: in questo tipo di attività si fanno profitti soltanto quando apri una posizione che segua l’attuale tendenza del mercato. Cosa significa?

Come saprai il valore di un asset può andare solo in due direzioni, ovvero può salire o scendere. I prezzi di un bene o titolo salgono e scendono secondo tendenze rialziste o ribassiste. Ciò significa che molto spesso sui mercati, per determinati archi di tempo, i prezzi seguono una certa tendenza.

La strategia per usare i CFD nel modo giusto è la seguente:

  • Acquistare in fase di mercato rialzista: devi aprire il prima possibile una posizione di acquisto, in modo tale che quando la tendenza rialzista avrà raggiunto il suo culmine tu, vendendo la posizione, puoi guadagnare in base alla differenza tra il prezzo di entrata a mercato e quello di uscita. Facciamo un esempio: è come se tu acquistassi un bene a un euro e poi grazie al fatto che il suo prezzo nell’arco della giornata è salito a 5 euro, rivendendolo l’indomani ottieni 4 euro di profitto. Questo è il semplicissimo meccanismo dei CFD.
  • Vendere in fase di mercato ribassista: quando il mercato è in discesa devi vendere. I broker ti permettono di vendere anche quando non hai acquistato niente: si tratta della “vendita allo scoperto”. Meccanismo che non staremo qui a spiegare, sarebbe superflui. Diciamo solo che sulle piattaforme dei broker puoi piazzare anche ordini di vendita, non solo di acquisto. Se il prezzo effettivamente scende per un certo periodo di tempo, si può guadagnare fino a quando la tendenza ribassista non ha un fine. A quel punto chiudendo la posizione a mercato con un semplice click si ottengono profitti proporzionati alla discesa del prezzo avvenuta nel frattempo.

I vantaggi del Trading CFD 

Come hai compreso, negoziare con i CFD offre numerosi vantaggi. Si tratta di un’attività autonoma e autogestita, non richiede grandi competenze per iniziare e il capitale richiesto per farlo può essere davvero basso. Tuttavia, ci sono altri aspetti vantaggiosi da considerare, ecco quali:

1 – Possibilità di rendimenti costanti

Chi è capace di gestire bene le operazioni di mercato riesce a generare profitti costanti. Il grande vantaggio di fare trading con i CFD è che sia quando il prezzo sale sia quando scende si possono generare plusvalenze.

L’abilità del trader quindi, deve essere quella di entrare a mercato nel momento e nella tendenza giusta. Devi essere in grado di capire in quale direzione si muoverà il mercato. Esso è composto da compratori e venditori come te che spingono il prezzo in una direzione o nell’altra in base al “sentiment”, ossia in base al sentore di quello che accadrà e alle notizie più importanti.

2 – Costi di commissione bassi

Il trading CFD ha costi di commissione molto bassi. I CFD non sono completamente gratuiti. I broker per dare i loro servizi devono pur guadagnare qualcosa e il loro guadagno consiste nello Spread.

Quando un trader entra a mercato, che sia con una posizione di acquisto o vendita, vede addebitato lo Spread alla sua posizione. Questa non è una vera e propria commissione, perché non è un canone fisso, ma varia in base alla quantità di capitale investito e alla differenza tra il prezzo di acquisto e vendita di un asset sul mercato.

In ogni caso, la spesa per lo Spread con i CFD ammonta quasi sempre a pochi euro e non è proibitiva.

3 – Leva finanziaria per aumentare il capitale

I contratti CFD sono inoltre caratterizzati dalla presenza della leva finanziaria, altro aspetto molto vantaggioso.

La leva finanziaria permette di amplificare i guadagni, ma bisogna usarla con attenzione perché ha anche l’effetto di aumentare le perdite. Con la leva si “moltiplica” il capitale a disposizione del trader.

Per esempio, se investi  100 euro con una leva pari a 1:100, in realtà con i broker CFD è come se si muovessero sul mercato una cifra pari a € 10.000. La leva finanziaria è personalizzabile e ogni trader può scegliere il livello di leva.

Per non correre rischi inutili, meglio usare leve finanziarie basse come 1:10, 1:20 o 1:30, in modo da aumentare i profitti senza aumentare di troppo anche il rischio di perdita.

I CFD sono rischiosi? Il concetto di Margine

Quando piazzi un ordine di mercato, il sistema dei CFD prevede che il trader  utilizzi un certo ammontare di spesa per aprire la posizione. Esso è noto come “margine” dei CFD.

Il margine non è un costo, non è qualcosa che si paga al broker, ma un ammontare di denaro che viene congelato mentre la tua posizione è aperta, e che ti viene restituito una volta che l’ordine è stato chiuso.

  1. Se l’ordine è chiuso positivamente e quindi hai ottenuto un profitto, il margine viene restituito con l’aggiunta del profitto maturato.
  2. Se l’ordine è chiuso negativamente significa che si è verificata una perdita, il margine quindi viene restituito sottraendo la perdita realizzata.

Come abbiamo appena detto i CFD sono dei prodotti a leva. Ciò significa che hai bisogno solo di una parte del valore nominale di un ordine per la stessa esposizione di mercato.

Tradando Forex e CFD, il margine è un certo esborso richiesto per piazzare un ordine sul mercato. È importante capire che il margine non è un costo e, una volta che il tuo ordine è chiuso, il margine viene restituito. Il margine richiesto dipenderà da fattori quali il tipo di strumento tradato e la leva sul conto di trading.

Il margine viene usato a garanzia delle tue posizioni di mercato. Il rischio del trading CFD, quindi, è quello della perdita del margine. Tuttavia, se si investe con cautela e si utilizzano bene gli ordini Stop, è possibile limitare le perdite ed evitare i maggiori rischi di negoziazione.

Le 3 regole fondamentali del trader di cfd

  • Pazienza: una qualità che non sei tenuto ad ottenere subito ma che ti aiuterà molto nel tempo sarà la pazienza, quella di cogliere il momento opportuno per tradare, quella di scegliere l’istante giusto per entrare a mercato, quella di non correre dietro al denaro, ma di aspettare con calma che sia esso ad arrivare a te. L’ avidità non ti porterà mai a raggiungere risultati importanti, quelli che si concentrano troppo sui soldi alla fine non ottengono successo facendo trading: il primo scopo deve essere sempre quello di impratichirsi, di allenarsi a guadagnare, è così che ci si riuscirà con costanza e precisione nel corso del tempo.
  • Analisi: la seconda regola da seguire è quella di fare analisi, essere sempre informato e sul pezzo, è questo il modo in cui gli esperti dominano i mercati dei Cfd. Devi esserci dentro a questo mondo dei mercati finanziari, devi approfondire le notizie, prendere nota di quello che può esserti utile, superare la pigrizia ed armarti di studio ed analisi che ti permetteranno di capire sempre come, quando e dove operare. E’ in questo modo che ti garantirai un futuro roseo in questo business.
  • Disciplina: sebbene alcuni individui che si fanno comunque chiamare traders, vivono questa attività come un hobby riuscendo lo stesso a portare qualcosa a casa, il modo migliore per fare trading con i cfd è quello di vivere questa attività come una vera e propria professione. Fare trading infatti non è uno svago, anzi potrebbe essere un’attività piuttosto stressante e tu hai il compito di farti trovare pronto. A volte devi alzarti alle 9 del mattino per analizzare quel determinato asset che sul quale sai di voler investire 2 ore dopo. A volte devi seguire il mercato per più ore consecutive soltanto per trovare il momento perfetto di entrata a mercato. Tutto questo richiede disciplina, ma ricorda: la disciplina paga!

Trading CFD: considerazioni finali

A prescindere da quanto detto nel corso della guida, una delle questioni più interessanti per chi si affaccia a questa professione è: quanto si può guadagnare? Dobbiamo ammettere che i dati in nostro possesso esprimono una situazione piuttosto variabile in merito alla questione profitti.

Tuttavia, un dato ci appare chiaro ed inconfutabile, grazie al sistema di trading semplificato dei CFD non è impossibile imparare a prendere le decisione giuste sul mercato. A testimoniarlo ci sono le esperienze di tanti traders che anche dopo i primi periodi di attività hanno conosciuto buoni successi.

Non bisogna illudersi di potersi arricchire in un mese o di guadagnare 1000 euro al giorno, chi dice che questo è possibile è probabilmente un truffatore.

regole-per-trading-online

Alcuni consigli per trading sui cfd

In verità, il primo approccio al mondo dei CFD non è mai semplicissimo, ci sono molte cose nuove da imparare e da capire. È richiesta circa una settimana perché tutti gli elementi di base per poter fare trading possano essere assimilati. Insomma, per usare i CFD non serve una laurea, ma non è nemmeno una cosa da prendere alla leggera.

Tutta l’esperienza di trading CFD è realizzata dai broker al fine di favorire l’accesso per qualsiasi aspirante negoziatore, quindi non stare scoraggiarti. Superato il periodo iniziale devi concentrarti sullo studio e l’applicazione di una strategia efficace. Devi mettere a punto un tuo stile di trading che si adatti al broker prescelto e al capitale disponibile.

Noi ti consigliamo di fare le cose con calma e di non fissarti sull’obiettivo “denaro”, perché questo atteggiamento potrebbe essere deleterio.

Se programmi e progetti a dovere la tua attività di trading in base al capitale di cui disponi non avrai grandi difficoltà a raggiungere profitti ragguardevoli. Poi con il tempo quando il tuo capitale sarà aumentato, già puoi pensare di incrementare ulteriormente i risultati, ma questo è un processo più lungo che richiede esperienza.

I mercati sono così: un costante andirivieni, un sali e scendi, a te resta l’arduo compito di seguire questo zig zag, di interpretarlo nel migliore dei modi per massimizzare i profitti ed eliminare le perdite dalla tua operatività. I traders utilizzano numerose e semplici strategie per fare avere la meglio sulla volubilità dei mercati.

Con l’atteggiamento giusto e un broker di qualità al tuo fianco, puoi riuscirci tranquillamente anche tu, basta un minimo di esperienza e l’emulazione delle tattiche vincenti che altri hanno già adottato prima di te.

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Guidatradingonline.net
Average rating:  
 2 reviews
by francesco carrisi on Guidatradingonline.net
trading cfd e brokers consigliati

IL TRADING DEI CFD è consigliato solo sui brokers che avete messo nella tabella riportata in questa pagina ? ciao

Ciao Francesco e grazie per averci scritto su Guidatradingonline.net . Si, il nostro team di esperti consiglia, per fare trading di CFD ( contratti per differenza ) i brokers migliori e li puoi consultare proprio nella tabella presente in questa pagina. Un saluto

by luigi on Guidatradingonline.net
24option cfd

il miglior broker di trading online su contratti per differenza per me è 24option.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guidatradingonline.net © 2016-2019 Guidatradingonline.net - Guida completa per imparare a fare trading online.