venerdì, 18 Settembre, 2020

Trading Online Tasse

Uno degli argomenti più trascurati, per ovvie ragioni, da chi fa trading online è quello relativo alla tassazione del settore. Se da una parte non si vede l’ora di iniziare per vedere i profitti che si riescono ad incamerare, nessuno si preoccupa mai di controllare come, quando e dove bisogna pagare le tasse allo stato.

Questo d’altronde è un “problema” che tutti vorrebbero avere, perché se devi pagare le tasse vuol dire che fai reddito, quindi è comunque una buona notizia.

Forse solo in pochi si interessano al tema, per il semplice fatto che spesso non si è al corrente di quello che comporta fare trading online e dei rendimenti che si possono realizzare.

Proprio per questo capita spesso che i nuovi traders si trovino impreparati quando vedono il loro capitale crescere. Spesso vanno nel panico perché si tratta di guadagni non dichiarati. Molti non sanno come regolarsi per pagare le tasse sui proventi del trading e corrono così il rischio di multe salate da parte delle autorità.

trading online tasse
Guida alle tasse nel trading online

Fare trading online può davvero sorprendere per le entrate che si possono realizzare, a prescindere dagli strumenti finanziari che si sceglie di utilizzare. Purtroppo non tutto quello che si riesce a guadagnare grazie alla propria abilità di negoziazione può restare in cassa. Non non si può davvero tenere tutto per sé altrimenti, come tutti gli altri rientreresti subito in una famigerata categoria: quella dell’evasore fiscale!

ATTENZIONE: per evitare problemi col fisco risultando evasori la soluzione migliore è quella di affidarsi solo a broker di trading online già organizzati per aiutare i propri utenti a pagare le tasse.

In questa tabella abbiamo riportato solo intermediari professionali e legali pronti a fornire ai loro traders tutte le indicazioni per pagare i tributi una volta accumulati sul conto di trading e spostati sul proprio conto bancario.

BROKER TRADING ONLINE RACCOMANDATI
Licenza: CySEC

Dep. Min. €200
Recensione eToro
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Social Trading
Inizia Gratis ➤ 62% of retail CFD accounts lose money.
Licenza: CySEC/FCA

Dep. Min. 20€
Recensione Capital.com
Saldo Demo: Illimitato
Esclusività: Intelligenza Artificiale
Inizia Gratis ➤ Capitale a Rischio.
Licenza: CySEC

Dep. Min. 100€
Recensione Trade.com
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Video/eBook Gratis
Inizia Gratis ➤ Capitale a rischio.
Licenza: CYsec

Dep. Min. €100
Recensione Plus500
Saldo Demo: 100.000€
Esclusività: Spreads Stretti
Inizia Gratis ➤ Capitale a Rischio.
Licenza: CySEC

Dep. Min. €10
Recensione IQ Option
Saldo Demo: 10.000€
Esclusività: Community Trading
Inizia Gratis ➤ Capitale a rischio.

IMPORTANTE: Tutti i brokers che vedi illustrati sul nostro sito permettono sono sicuri e regolamentati, opportunamente testati dal nostro team di esperti: permettono dunque di effettuare prelevamenti dei guadagni derivanti dall’attività di trading online in modo rapido e sicuro.

Questi broker, cosa più importante, ad inizio di ogni anno rilasciano una rendicontazione complessiva di tutta l’operosità effettuata nel corso dell’anno precedente, al fine di poter pagare in modo sicuro ed efficiente le tasse sui profitti di trading online.

Trading online: tasse convenienti

Ogni attività che contempla l’acquisizione di redditi e che porta a plusvalenze è soggetta a tassazione. Il trading online in tal senso non fa eccezione, si tratta, tra l’altro, di una delle attività che porta i maggiori introiti in assoluto, specie se si fanno paragoni con gli altri business che si possono trovare online al giorno d’oggi.

Comunque, non c’è da preoccuparsi, qui sei nel posto giusto. Ti parliamo di tutto ciò che riguarda la tassazione del trading online in modo chiaro e preciso in modo tale che tu non possa mai trovarti in difetto nei confronti del fisco italiano.

La fortuna è che le tasse nel trading online sono soggette ad un regime leggermente diverso e più vantaggioso rispetto a quello che accade per altre attività.

Nell’elenco seguente cerchiamo di capire come questo accade e quali sono gli aspetti positivi che puoi sfruttare diventando un professionista nel mondo del trading online:

  • Chi fa trading online non paga tasse alte come quelle di chi svolge altre attività, infatti la pressione fiscale su questo business è nettamente inferiore;
  • Chi pratica il trading online non è soggetto al pagamento di commissioni o tassazione fissa da pagare a scadenze ben precise e prestabilite;
  • Gli operatori finanziari devono pagare le tasse soltanto se hanno fatto realmente dei profitti altrimenti non c’è nulla da pagare;
  • Se fai trading online inoltre non ci sono lungaggini ed obblighi burocratici di alcun tipo, come ad esempio non devi dotarti di una partita IVA e non devi versare i contributi INPS e molto altro ancora.

Scopri di più sui vantaggi del trading online sul sito ufficiale del broker IQ Option, vai qui.

Insomma da questi 4 punti che abbiamo colto appare subito evidente come fare trading online possa addirittura suscitare invidia per chi è costretto a pagare normalmente le tasse.

I traders possono essere visti quasi come dei privilegiati specie in tempi di crisi molto forte dove pagare le tasse è diventato un enorme problema per tutti. Ma ora scendiamo nei dettagli e cerchiamo di vedere più da vicino come funziona la tassazione del trading online.

Come si calcolano le imposte nel trading ?

Ribadiamo subito il concetto che solo se fai redditi legati all’attività di investimento sui mercati finanziari devi pagare una certa cifra di tasse. Soltanto se arrivi concretamente a guadagnare qualcosa, ossia se ricevi una “plusvalenza dalla tua attività di investimento, poi verrai tassato.

Se ad esempio nell’anno solare fai un versamento sul tuo conto di 100 € e riesci, con le tue operazioni, a portare il totale sul tuo conto a 2000 € ciò significa che hai realizzato una plusvalenza del valore di 1900 €.

Questo è un guadagno reale e tangibile che hai ottenuto facendo trading, e sarà proprio su questa cifra che poi verrà calcolata l’aliquota per il pagamento delle imposte.

Ovviamente bisogna tenere presente che i 100 € versati inizialmente non erano profitto ma denaro depositato sul conto di un broker di tasca tua come capitale di investimento. Se invece di fare profitti, come può capitare, si registrano soltanto perdite non si deve pagare assolutamente nulla.

Quando si fanno perdite, tecnicamente si dice che si è verificata una minusvalenza. È bene tenere conto anche delle “minusvalenze” perché questo potrebbe rivelarsi un ulteriore grande vantaggio come stai per scoprire.

Quali operazioni di trading si conteggiano?

Per spiegare meglio il concetto vogliamo parlare del mercato forex Forex, disponibile su tutte le principali piattaforme di trading online come quella di eToro (visita il sito ufficiale a questo indirizzo).

Il Forex è una tipologia di mercato e di investimenti che può portare all’apertura di posizioni di trading di lunga durata. Gli eseguiti possono restare aperti per lunghi periodi di tempo, a volte addirittura anni.

Procediamo ora con un esempio realistico per capire meglio quali posizioni alla fine bisognerà conteggiare per procedere al pagamento delle tasse.

A conti fatti, all’interno della tua dichiarazione dei redditi annuale devono rientrare soltanto le operazioni che sono state chiuse nell’arco dell’anno. Ovvero se viene aperta una posizione il 4 marzo e poi la chiudi il 10 maggio perché è ora di riscuotere i profitti che hai accumulato in quei mesi dello stesso anno, tale operazione va conteggiata.

Ma se si apre una posizione il 15 dicembre ed essa viene chiusa il 5 febbraio dell’anno successivo essa non deve essere messa in conto per la dichiarazione dei redditi dell’anno precedente, ma varrà per l’anno successivo.

Prima di continuare vorremmo mostrarti questa prova gratuita con Capital.com – di che cosa si tratta? Questo innovativo broker mette a disposizione una prova gratuita di segnali trading via SMS.

Cosa fare con le minusvalenze del trading online ?

Se fai trading online nella tua dichiarazione dei redditi devi sempre e comunque farne menzione sia che tu chiuda l’anno con una minusvalenza, e quindi in perdita, sia con una plusvalenza.

Questo fatto è molto importante, vediamo perché. Quando viene dichiarata una minusvalenza nell’anno precedente (ovvero se il bilancio totale delle operazioni effettuate è in negativo) questa può essere sottratta dalle eventuali plusvalenze realizzate successivamente, andando così ad abbattere l’imponibile in tasse.

Facciamo un esempio. Nell’anno 2018 hai chiuso tutte le tue operazioni e il conteggio è in perdita di 100 €, nel 2019 hai chiuso l’annata con una plusvalenza di 200€, ora al momento della dichiarazione dei redditi le tasse le pagherai sui 200 €, meno i 100 € di minusvalenza realizzati l’anno precedente.

Nota importante sui brokers da usare

Fai trading solo su broker regolamentati in Europa come IQ Option – ogni anno ti forniscono una dettagliata rendicontazione di tutte le operazioni che hai effettuato nell’anno cosicchè tu abbia già tutto ciò che ti occorre da presentare in sede di dichiarazione dei redditi.

Tra gli altri broker consigliati abbiamo:

Dopo aver chiarito quali sono le piattaforme che permettono di lavorare nel trading in modo regolamentato e sicuro anche dal punto di vista fiscale, orniamo a parlare di eventuali minusvalenze maturate nell’anno precedente e di come esse possano gravare sulla dichiarazione di eventuale plusvalenza nell’anno dopo.

Si tratta di un espediente davvero importante di cui tenere conto perché ti permette di risparmiare molto denaro, soprattutto se purtroppo le cose non sono andate per il meglio nell’anno precedente.

Va da sé che un simile provvedimento è fondamentale per un principiante. È possibile diminuire di molto il totale da pagare con le minusvalenze sostenute in anni precedenti fino ad un massimo di 4 anni.

Ciò significa che se il totale delle minusvalenze negli ultimi 4 anni è stato di 500 € e la plusvalenza dell’anno in corso è stata di 500 €  il totale da versare come tasse sarà di zero euro.

Certo noi non ti auguriamo che si verifichi una situazione simile, ma intanto ricordati che la legge è questa. Meglio essere preparati anche ad ogni evenienza. Infine, ti ricordiamo che attualmente l’aliquota in vigore è del 26 % altro aspetto vantaggioso per chi fa trading online!

Prima di continuare, voglio invitarti un momento a scoprire in anteprima il pacchetto che fornisce gratis un broker affidabile – Vai qui.

Bene, andiamo avanti….

Nel tempo lo stato è andato aumentando questa quota che in passato era ancora più bassa e vantaggiosa ed ammontava soltanto al 12 e mezzo per cento. Quindi a conti fatti se la tua plusvalenza nel corso dell’anno è stata, per esempio, di 100 € tu devi pagare 26 € di tasse e non un centesimo di più.

Ovviamente bisogna ricordarsi di andare a sottrarre le minusvalenze degli anni precedenti se ti sono capitate.

Come si pagano le tasse nel trading online ?

Per procedere poi con il pagamento delle tasse da un punto di vista pratico esistono due modalità: Ogni trader deve affidarsi ad un broker affidabile per fare trading online e sarà il broker a fornire al trader una piattaforma per fare investimenti.

Tra le molte iniziative che i broker intraprendono in favore dei loro clienti c’è anche la possibilità di fare trading in regime amministrativo. Ciò significa che in questo caso è il broker stesso a preoccuparsi della tua situazione fiscale.

tasse nel trading, come pagarle
Come pagare le tasse nel trading online

In questo caso svolge il ruolo cosiddetto di “sostituto d’imposta”.Quindi autorizzato a versare direttamente i soldi nelle casse dello stato scaricando di ogni responsabilità il cliente. L’altro caso è invece quello classico del regime dichiarativo dove il broker non assume il ruolo di sostituto d’imposta ed il dovere di pagare le tasse è demandato direttamente al trader.

Broker di trading organizzati per le tasse

Ricordiamo che in Italia i migliori broker di trading online hanno scelto di comune accordo di non agire da sostituti d’imposta. Ciò significa che i grandi broker legali e autorizzati nel nostro Paese non fanno la dichiarazione al posto dei loro traders.

Tuttavia, ciò non significa che non siano organizzati per aiutare i loro clienti a pagare le tasse. I migliori broker come Capital.com o IQ Option preparano un report annuale che comprende tutte le operazioni effettuate dal trader e tutti i risultati ottenuti.

Scopri tutti i servizi vantaggiosi di IQ Option.

Ti basta portare questo documento al tuo consulente commercialista ed è fatta, egli saprà già cosa fare.

Basandosi sul report fornito dal broker, quando si fa la dichiarazione dei redditi vengono riportati tutti i dati necessari. In base ad essi viene calcolata l’aliquota del 26 % che stabilisce quanto bisogna versare.

Per fare la dichiarazione devi avvalerti dei classici documenti come il Modello Unico oppure il 730. 

Nel caso in cui tu non ti senza abbastanza bravo con queste faccende ti basta contattare il un commercialista. Sarà lui a darti tutte le indicazioni e le dritte del caso, non è necessario che egli sia esperto in materia di trading.

Conclusioni sulle Tasse nel Trading

Nella nostra guida abbiamo affrontato il tema delle tasse nel trading. Abbiamo visto come pagarle sia conveniente e non rappresenti un problema grazie al supporto del giusto broker di trading online.

Se hai altri dubbi relativi alla tassazione nel campo del trading, contattaci! Saremo lieti di aiutarti ulteriormente e risolvere ogni tuo dubbio e curiosità. Gli esperti di GuidaTradingOnline.net sono sempre a tua disposizione:

Facebook: Pagina Ufficiale Guidatradingonline.net

eMail: [email protected]

Ricorda: fare trading in modo sicuro non deve essere un lusso ma una tua assoluta priorità !

Tassazione nel trading online: Domande comuni

Come non pagare le tasse del trading?

E’ reato, e non devi farlo. Se sei residente in Italia devi pagare le tasse sui profitti derivanti dal trading.

Esistono broker trading sostituti d’imposta?

No, nel trading non è riscontrata la presenza di broker affidabili che fungono da sostituti d’imposta. I brokers seri, ad inizio di ogni anno, emettono una rendicontazione sull’operatività dell’anno precedente, con eventuali plusvalenze o minusvalenze.

Quant’è l’imposizione fiscale sui profitti del trading?

L’aliquota base che si deve allo Stato relativa ai profitti provenienti dall’attività di trading online è del 26%.

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Guidatradingonline.net
Average rating:  
 10 reviews
by Sara on Guidatradingonline.net

Ottima guida, complimenti! Vorrei solo un chiarimento... Se io ho realizzato minus valenze non devo fare nulla giusto? Però non ho mai dichiarato il '' conto estero'' facendo trading con iqoption (credo sia a Cipro) da agosto 2019 e account chiuso ad aprile 2020. Ho prelevato sulla mia carta ma chiaramente meno di quanto depositato... Questa omissione cosa può comportare? Grazie

salve, grazie per i complimenti. in linea di massima se ha avuto minusvalenze nell'anno 2019, nel 2020 non deve dichiarare nulla e compensare tali minusvalenze se ha altri redditi attivi diversi.

un caro saluto

by Gianluca fornisan on Guidatradingonline.net
Ottima guida

Ottima guida. Bravissimi siete forti nel trading.

by Claudia on Guidatradingonline.net

Salve una domanda se si fa trading online su piattaforme estere ( diciamo Regno Unito)al momento di ritirare il guadagno si deve pagare le tasse pari al 26% e fin qui l’ho capito.... ma le tasse si pagano prima di ricevere il guadagno? Così mi è stato detto. In quel caso si deve dichiarare ( modello 730) ugualmente?

ciao, non deve pagare nulla. di norma chi chiede questi soldi sono i broker di trading irregolari, ergo truffaldini.

by Alessandro on Guidatradingonline.net
ottima spiegazione

Ottima guida ben spiegata sopratutto per chi si stà iniziando a muovere nel mondo del trading.

ciao alessandro, grazie mille per i complimenti.. sai non lo urlare troppo questo complimento che hai fatto a guidatradingonline.net altrimenti gli invidiosi diranno che ce li facciamo da soli, o ancora peggio, che li compriamo. 🙂

Restiamo a disposizione come sempre per ogni genere di informazione riguardo la didattica nel trading online.

by Emanuele on Guidatradingonline.net
Tassazione - domanda

Salve avrei bisogno di capire tramite un esempio:
Plusvalenza nel 2019. Non effettuo prelievi dalla piattaforma per 3 anni.
Dopo 3 anni giro i soldi sul c/c bancario compresa la plusvalenza.
Pagherò le tasse tra 3 anni ?
Grazie

ciao, si in linea di massima devi prendere in considerazione solo la rendicontazione circa i movimenti in/out del tuo conto/i bancario/i che finanziano le tue attività di trader online. per approfondimenti consigliamo sempre di rivolgersi ad un commercialista.

by Giancarlo on Guidatradingonline.net
Guida alle tasse molto completa

Guida perfetta !!! Davvero completa.

by Gianluca on Guidatradingonline.net
Chiarimento plusvalenze

Buongiorno volevo un chisromento sul discorso plusvalenze ammettiamo io apra un conto con 1000 euro e nell'arco di un anno tramite investimento ne guadagni altrettanti (ipotesi assurda ma è per non perdersi nei numeri) decido che tale plusvalenza rimanga sul conto per essere investita nell'anno successivo. In questo caso non essendo riscossa ma neanche investita va dichiarata? Oppure essendo comunque capitale investibile e non fruibile (potrei impazzire e facendo un investimento unico perdere tutto di un botto) non è da dichiarare. Grazie per la cortese risposta e servizio.

salve, minusvalenze e plusvalenze se di importo basso potrebbero esser portate in compensazione negli anni successivi ma in questo caso la invitiamo a sentire il parere di un commercialista il quale meglio di chiunque altro potrà chiarire questa specifica situazione.

by daniela conti on Guidatradingonline.net
grazie per le informazioni

ciao guidatradingonline non avevo mai trovato una guida dettagliata sull'aspetto tassazione nel trading su nessun sito . eccetto il vostro. la gente di solito pensa solo a come guadagnare ma nessuno si preoccupa di come pagare le tasse, in primis i siti di informazioni. ciao

Ciao Daniela Conti e grazie mille per la tua recensione.

by Giovanni on Guidatradingonline.net
Guida sulla tassazione

Grazie mille per questa dettagliata guida alla tassazione sul trading .

by UBALDO MANCINI on Guidatradingonline.net
Articolo utile

Ottimo articolo . Avevo tantissimi dubbi su queste tasse da pagare nel trading e vedendo i tanti commenti dei lettori comprendo proprio di non esser il solo a ricercare informazioni su questa cosa.

Lascia un commento

209 commenti al post

  1. 1

    Luca

    Due domande: investo su eToro. Quando o dove mi viene fornita la dichiarazione?
    Normalmente faccio 730. Sono obbligato a fare modello unico o posso fare il 730 + compilare unico solo per le plusvalenze del trading e pagare separatamente con F24 le tasse dovuto sempre per l’attività di trading?

    Grazie

    Reply
    1. 1.1

      Guidatradingonline.net

      salve, per quanto riguarda eventuali plusvalenze ottenute attraverso il trading online, deve provvedere a dichiararle attraverso modello unico, compilando l’apposita voce relativa. etoro, così come altri brokers, non funge da sostituito d’imposta. per ottenerne i risultati basta fare un report di tutte le attività di trading dal 1/1 al 31/12.

      saluti

      Reply
      1. 1.1.1

        Gianni

        Buonasera, in merito alla domanda di Luca, sempre utilizzando il broker eToro, se il rendiconto è in dollari, come bisogna fare la conversione in euro delle plusvalenze annuali dato che il valore dollaro euro cambia ogni giorno?
        Grazie

        Reply
        1. 1.1.1.1

          Guidatradingonline.net

          Salve, fa la conversione al 31 / 12, ma noi consigliamo sempre di impostare conti in euro presso le piattaforme di trading online sicure ed autorizzate come quelle presenti nelle tabelle esposte su guidatradingonline.net

          saluti

          Reply
      2. 1.1.2

        Matteo

        Buonasera
        non mi è chiara la risposta alla domanda posta da Luca in data 13/12/2017

        “Sono obbligato a fare UNICAMENTE modello unico o posso fare il 730 + compilare unico solo per le plusvalenze del trading e pagare separatamente con F24 le tasse dovuto sempre per l’attività di trading? ”

        grazie

        Reply
        1. 1.1.2.1

          Guidatradingonline.net

          Salve Matteo, potrebbe andar bene anche la seconda ipotesi, comunque tutto dipende da ogni singolo caso, se e dove percepisce altri redditi nel corso dell’anno.

          ad ogni modo, pertanto, la invitiamo a rivolgersi ad un CAF nella sua zona o all’ausilio di un bravo commercialista, i quali certamente potranno fornirle informazioni più precise.

          cordiali saluti

          lo staff di Guidatradingonline.net

          Reply
  2. 2

    carlo

    Grazie per la guida, ma ho 2 dubbi:
    1) Se uno totalizza, poniamo caso 10 euro di guadagni in un anno ma al tempo stesso, ad esempio, 12 euro di commissioni, quindi il capitale finale sarà più basso del capitale iniziale messo sul conto del broker di 2 euro, bisogna comunque pagare le tasse sui 10 euro?
    2) Esiste un limite verso il basso per il quale non si deve dichiarare? Se in un anno si totalizza una plusvalenza di 1 euro o 5 euro o 10 euro, bisogna dichiararli?

    Reply
    1. 2.1

      Guidatradingonline.net

      Salve Carlo e grazie per averci scritto. Le pluvalenze sono tassate ad aliqota fissa al 26 %. Si parla solo di plusvalenze, dunque quando ottiene un gain rispetto al suo capitale iniziale investito.

      cordiali saluti

      Reply
  3. 3

    Massimo

    Buongiorno,

    leggendo un altro articolo su Internet ho trovato quanto segue:

    “In caso di regime dichiarativo, l’investitore riceve il capital gain al lordo delle imposte. Ciò significa che dovrà essere lui a calcolare e versare le imposte secondo le scadenze previste per la dichiarazione dei redditi. Lo strumento dovrà essere il metodo LIFO (last in first out = l’ultimo a entrare è il primo a uscire), determinando così sia il rendimento ottenuto che le imposte da versare.”

    Non riesco a capire questo metodo “LIFO”. Se opero con un conto in EURO e tutti i mei profitti/perdite e costi di rollover sono già conteggiati in EURO che cosa c’entra il LIFO? Non mi basta un report dettagliato del broker per fare la dichiarazione in modo corretto?

    Mi sapete aiutare? Grazie.

    Reply
    1. 3.1

      Guidatradingonline.net

      Salve Massimo e grazie per averci scritto. A tal guisa le consigliamo di approfondire l’argomento LIFO leggendo questa pagina : https://it.wikipedia.org/wiki/LIFO

      cordiali saluti

      Reply
  4. 4

    Kuca

    Salve, sono un giovane disoccupato, quindi non faccio dichiarazione dei redditi. L’anno scorso da settembre a dicembre ho guadagnato 200$ su etoro, devo fare la dichiarazione solo per quei 200$? Mi costerebbe 25€ di commercialista

    Reply
    1. 4.1

      Guidatradingonline.net

      Salve Kuca, per quella cifra non deve fare alcuna dichiarazione di reddito.

      saluti

      Reply
  5. 5

    Mirko

    Salve, anche il come Kuca nello scorso anno su eToro ho avuto un profitto di poco meno di 300USD, qual’è il minimo guadagno che va dichiarato?

    Grazie mille,
    saluti

    Reply
    1. 5.1

      Guidatradingonline.net

      Salve, se non ha maturato altri redditi, non deve dichiarare nulla.

      saluti

      Reply
  6. 6

    Giulio

    Ho fatto qualche prova con un conto demo di Plus 500, ma ho paura di fare dei trade reali, perché informandomi sul web, vedo che la tassazione è abbastanza complicata.

    1) Le plusvalenze sono facili da capire. Il 26% sui guadagni. Ma già se investo su USA30, VIX o Facebook, allora Plus 500 mi da un valore in dollari ed un valore in Euro. Se ho capito bene, per la dichiarazione dei redditi non posso utilizzare quel valore in Euro che mi da Plus 500, perchè bisogna fare la conversione con un tasso diverso stabilito dall’Agenzia delle Entrate?

    2) Come vanno gestiti gli importi accreditati o addebitati al momento della scadenza dei contratti (adeguamento rollover)? Come se fossero perdite o guadagni?

    3) Poi c’è la tassa IVAFE: Da ciò che ho capito anche se faccio centinaia di trade all’anno, per il calcolo dell’Ivafe si prende solo la disponibilità media del conto trading. Ma come si fa a calcolare la disponibilità media sul conto. Ci saranno sempre dei trade in corso ed il capitale quindi cambia da minuto a minuto. Mi pare quindi impossibile definire la giacenza media e Plus 500 non fornisce questo dato.

    Ho cercato sul web, ma non ho trovato nulla. Sarebbe interessante vedere un conto trading esemplare magari con alcuni trade intraday e multiday su USA300 e qualche altro trade intraday e multiday su titolo europeo (Francia, Germania….) e vedere poi il tipo di calcolo da fare per la tassazione delle plusvalenze, dell’adeguamento rollover e dell’IVAFE.

    Reply
    1. 6.1

      Guidatradingonline.net

      Salve Giulio, riteniamo i tuoi calcoli in linea teorica anche validi ma non riteniamo debbano esser fatti. Ciò che occorre segnalare al fisco è la plusvalenza derivante dalle attività del trading online, quindi nel caso di plus500, fai un report 1/1 – 31/12 e vedi effettivamente tutte le operazioni effettuate ed effettui il saldo.

      Reply
  7. 7

    Full

    Salve, nn sono disoccupato ma investo su etoro. La mia domanda riguarda il fatto che etoro ha un suo account su cui si caricano i soldi (in dollari), guadagni o meno, e poi decidi se prelevare o lasciarli sul conto.
    Pensavo che fino al momento in cui decido di prelevare soldi dal conto nn debba pagare tasse, insomma sono come operazioni mai chiuse.
    Il problema è che da quando ho iniziato ora è dura recuperare tutti i versamenti che ho fatto (non ho mai prelevato nulla però).
    Come mi devo comportare? Grazie

    Reply
    1. 7.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao, dovrà pagare le tasse derivanti dalle sue attività di trading online solo nel momento in cui effettuerà prelevamenti dal suo conto etoro.

      saluti

      Reply
      1. 7.1.1

        Raff

        Siamo davvero sicuri che, fino a quando non si effettua un prelievo dal conto eToro, non si debbano pagare le Tasse per le PlusValenze derivate dalle transazioni chiuse per l’anno precedente?
        Credo che le MinusValenze che le PlusValenze possano solo riferirsi alle Posizioni chiuse nell’anno precedente alla Dichiarazione dei Redditi e siano indipendenti dal fatto che ci sia stato o meno un prelievo dal conto…

        Reply
        1. 7.1.1.1

          Guidatradingonline.net

          ciao raf e grazie per averci scritto. beh, parliamo di plusvalenze e minusvalenze da inserire in sede di dichiarazione dei redditi per quanto reportato nell’anno precedente ovviamente.
          saluti

          Reply
  8. 8

    Francesco

    Salve, vorrei sapere se esiste un importo minimo per dichiarare i profitti ottenuti tramite il trading.

    Reply
    1. 8.1

      Guidatradingonline.net

      Salve, deve innantitutto vedere se ha altri profitti o meno per la dichiarazione dei redditi.

      saluti

      Reply
  9. 9

    lorenzo

    Buongiorno. Sono uno studente universitario e da gennaio ho iniziato a fare trading online. Con i trade chiusi fino ad ora sono in positivo di 150 dollari. Non ho altri redditi e sono ancora a carico dei miei genitori. Come ci si deve comportare con la tassazione ? posso anche evitare per una cifra così irrisoria? Inoltre, come ci si deve approcciare per la dichiarazione per l’ISEE essendo in posseso di quote azionarie?

    Reply
    1. 9.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Lorenzo e innanzitutto complimenti per il tuo guadagno ottenuto attraverso il trading online… si inizia piano piano per raggiungere risultati via via maggiori, ciò che possiamo consigliarti è di studiare molto, testare tante strategie ed ottimizzarne una… e fare tantissimi test in demo.

      riguardo la tua domanda, ti confermiamo che per cifre cosi non occorre fare dichiarazione dei redditi.

      saluti

      Reply
  10. 10

    Antonio

    Buongiorno,
    ho operato con PLUS 500 ed ho chiesto a vari commercialisti per la dichiarazione ma è molto complicata.

    Esiste un broker che fa da sostituto?

    Reply
    1. 10.1

      Guidatradingonline.net

      Salve gentile Antonio, non ci sono broker regolamentati di trading online in europa che fungono da sostituti d’imposta.

      cordiali saluti

      Reply
  11. 11

    giovanni

    fino a che cifra di guadagni non devo fare la dichiarazione dei redditi,poichè sono studente e non la faccio

    Reply
    1. 11.1

      Guidatradingonline.net

      Salve Giovanni, in Italia sotto a 5000 euro non è previsto alcun obbligo di dichiarazione dei redditi.

      cordiali saluti

      Reply
  12. 12

    Luciano

    Buongiorno, ho letto tutte le domande e le risposte che avete fornito, ma non mi è ancora chiara una cosa in merito alla domanda ed alla Vostra risposta fornita a Full il giorno 08 Luglio 2018. Mi chiedo, se io diciamo in due o tre anni investo mettendo soldi sul conto, perdendoli, riguadagnandoli e così via, ma non prelevo mai, verso solamente. Nel momento che decido di prelevare, su cosa devo calcolare le tasse? Ipotizziamo che io oggi versi 500 euro e tra 3 anni effettuerò il mio primo prelievo di X euro, in quegli anni ho investito, aperto e chiuso posizioni che mi hanno fatto guadagnare perdere ecc. Come si fa a definire il valore sul quale dovrei pagare le tasse? Grazie infinite

    Reply
    1. 12.1

      Guidatradingonline.net

      Salve Luciano, deve rendicontare ogni anno presso i broker trading ove ha operato, poi alla fine rendiconta tra entrate ed uscite e fa la somma dell’eventuale gain maturato ogni anno.

      Per qualsiasi ulteriore informazione restiamo a disposizione.

      saluti

      Reply
  13. 13

    Angelol

    Buonasera,
    volevo chiedere se la dichiarazione è necessaria solo se ho movimenti in uscita dalla piattaforma broker. Ossia, se per guadagni o perdite sul conto della piattaforma devo, tramite il report prodotto dal broker, dichiarare; oppure, se non ho girato soldi in uscita dal broker è come se l’investimento non si fosse ancora concluso.
    Grazie

    Reply
    1. 13.1

      Guidatradingonline.net

      salve, si esattamente .

      solo quando esce la plusvalenza, deve dichiarare nella sua dichiarazione di redditi annua.

      saluti

      Reply
  14. 14

    Maurizio S.

    Buonasera Luciano, mi sembra di capire quanto segue: Se quest’anno verso € 5000 e alla fine dell’anno faccio profitti per €10.000 e non prelevo un soldo dal conto della piattaforma non debbo pagare tasse sulla plusvalenza, è corretto? Debbo pagare le tasse soltanto sulle plusvalenze delle somme prelevate dal conto della piattaforma e versate sul mio conto corrente bancario? Quindi se il prossimo anno, aldilà di quelli che saranno i miei profitti, preleverò in totale € 15.000 dovrò pagare le tasse su € 10.000 considerato che gli altri € 5000 rappresentano il capitale versato.

    Grazie

    Reply
    1. 14.1

      Guidatradingonline.net

      esattamente ! se non preleva, non sono considerati ancora redditi diversi ottenuti nell’anno solare, in quanto ancora non utilizzabili.

      saluti

      Reply
      1. 14.1.1

        Maurizio S.

        Grazie mille per la puntalità della risposta.

        Cordiali saluti

        Reply
  15. 15

    Maurizio S.

    Mi scusi, Vorrei chiederle quanto segue:
    ho un conto aperto in un broker estero con sede a Cipro ed al momento faccio treding col forex . Per quanto riguarda l’IVAFE in che modo va ad incidere sul mio conto della piattaforma? non ho capito come calcolarla. Grazie

    La saluto cordialmente

    Reply
  16. 16

    Massimo.P

    Salve,

    anch’io ho aperto un conto online con e-toro. Avendo una giacenza media e picco inferiore ai 5000 euro se non ho capito male non è necessario compilare il quadro RW e relativo calcolo IVAFE. Non prelevando inoltre alcuna cifra dal conto (e quindi non avendo alcuna plusvalenza) è comunque necessario che io dichiari qualcosa?

    Reply
    1. 16.1

      Guidatradingonline.net

      salve, dovrà dichiarare quando effettuerà un prelievo del suo gain maturato nell’anno solare.

      cordiali saluti

      Reply
  17. 17

    Stefano

    Salve, se prelevo meno di quanto ho guadagnato, devo pagare le tasse per l’intera plusvalenza? Ad esempio, investo 100, guadagno 50,ritiro 25 lasciando 125 sul conto. Devo pagare 25×.26 oppure 50×.26 ? Grazie

    Reply
    1. 17.1

      Guidatradingonline.net

      salve, deve vedere entrate ed uscite sulle sue fonti di accredito/deposito effettuate verso / da operatori di trading online – ovvio che se ci sono piu uscite rispetto ad entrate non deve dichiarare nulla.

      Reply
  18. 18

    Silvio

    Salve, sono uno studente universitario. Ho cominciato col trading usando la piattaforma eToro, se ho ben capito finquando rimarrò sotto i 5000€ non dovrò dichiarare nulla giusto? Nel momento in cui supero i 5000€ dovrò dichiarare anche se non prelevo i fondi e li lascio sulla piattaforma eToro oppure li devo comunque dichiarare e versare il 26% del capital gain? Es: ho investito 500€ e a fine anno avrò 1000€ totali (guadagno 500€), dovrò dichiarare qualcosa? In un ipotetico caso che tra 3/4 anni avrò 30/40 mila euro di gain dovrò dichiararli anche se li lascio sulla piattaforma?

    Reply
    1. 18.1

      Guidatradingonline.net

      salve la dichiarazione va fatta quando si superano i 5000 euro di reddito complessivi anche derivanti da altre sue attività e non solo dal trading. quindi tutto dipende dalla sua specifica situazione. per il trading si applica aliquota del 26% sul gain.

      saluti

      Reply
      1. 18.1.1

        Silvio

        Salve, la ringrazio per la precedente risposta. Quindi anche se lascio i fondi sulla piattaforma eToro devo dichiarare i guadagni o solo nel momento in cui effettuo un prelievo e li metto sul mio conto in banca? Saluti e grazie ancora

        Reply
        1. 18.1.1.1

          Guidatradingonline.net

          salve silvio, grazie a lei per averci scritto.

          si fa riferimento al momento in cui i soldi arrivano nei suoi conti bancari in italia – grazie

          Reply
  19. 19

    Mario

    Mario
    ho 3 conti forex su 3 piattaforme diverse sono a zero ho perso tutto
    devo dichiararli I conti alla compilazione del ISEE

    Reply
    1. 19.1

      Guidatradingonline.net

      salve Mario, deve dichiarare solo eventuali gain ( plusvalenza ) ed ovviamente, se nel suo specifico caso ha ottenuto solo minusvalenze, non deve dichiarare nulla in quanto non ha redditi finanziari.

      cordiali saluti

      Reply
  20. 20

    Corrado

    Buongiorno,
    supponiamo che io abbia versato 100. Questi 100 mi abbiano reso 50 e che io a fine anno abbia prelevato 80.
    Visto che il prelevato è inferiore al versato devo dichiarare qualcosa anche se ho fatto plusvalenza?
    Grazie
    Cordiali saluti

    Reply
    1. 20.1

      Guidatradingonline.net

      salve, per scongiurare ogni dubbio invitiamo, qualora ci sono delle plusvalenze ” ferme ” nel conto trading di un determinato broker, di effettuare un prelievo e dichiararle nell’eventualità.

      saluti cordiali

      Reply
  21. 21

    Roberto

    Buonasera, sono un dipendente con reddito di 20.000€ lordi vorrei avere un reddito integrativo avvicinandomi al TOL. Ipotizziamo di avere plusvalenze per 2.000€ questo va a incidere sulle tasse pagate sullo stipendio o semplicemente dichiarate perchè sono attività finanziarie detenute all’estero ma poi ognuna ha la sua imposta?

    Cordiali saluti

    Reply
    1. 21.1

      Guidatradingonline.net

      ciao roberto, vanno tassati come redditi finanziari ai quali si applica imposta base del 26 %.

      per ogni informazione piu specifica, come sempre, invitiamo a sentire una figura professionale esperta del settore.

      saluti

      Reply
  22. 22

    Alan

    Ma la funzione Etoro esiste il metodo REPORT? Cioè scaricare tutto l’anno 2017 per poi dichiarare reditti si puo fare? Su plus 500 è possibile farlo xkè c’e l’apposita pulsante REPORT, ma su etoro a quanto pare non c’è………forse lo vedrà quando inizio a prelevare probabilmente?

    Reply
    1. 22.1

      Guidatradingonline.net

      Salve Alan e grazie per averci scritto – ti invitiamo, quando ne necessiterai, di contattare il tuo account manager personale in etoro e di richiedere un report excel dell’anno di tuo interesse – te lo farà avere subito e in modo del tutto gratuito.

      etoro è tra i brokers più eccellenti per fare trading online.

      saluti

      Reply
  23. 23

    Bruno

    Buonasera, per quanto riguarda un account tipo etoro come funziona la cosa? Nel senso, se io chiudo operazioni in profitto ma non ritiro nulla dal mio conto etoro devo comunque pagare le tasse su eventuali plusvalenze, anche se il denaro non è ancora rientrato nelle mie tasche, o solamente nel caso in cui io decida di tirirare quel denaro prelevandolo dal conto etoro?

    Reply
    1. 23.1

      Guidatradingonline.net

      salve bruno, fin quando non preleva no perchè non rappresenta ancora un flusso reale verso il suo patrimonio personale.

      ad ogni modo la invitiamo, come facciamo di consueto, a rivolgersi al suo caf o commercialista per ulteriori approfondimenti.

      saluti

      Reply
  24. 24

    Andrea

    Salve,

    sono un lavoratore dipendente che nel corso del 2018 ho fatto aclune operazioni su conti esteri, se ho capito bene, sia per le somme in questione sia per il fatto che non non ho avuto gain, non sono tenuto a dichiarare nulla di particolare nella dichiarazione dei redditi (in sostanza posso quindi accettare il precompilato).

    Mi piacerebbe però sapere la vostra opinione a riguardo, queste sono le operazioni che ho fatto nel 2018.

    1)depositato varie tranche su eToro per testare la funzionalità di social trading fino a raggiungere un massimo di 6100USD depositati sul conto durante il 2018

    2)acquistato via coinbase e successivamente trasferimento nel mio wallet personale 1000€ in bitcoin

    3)A dicembre 2018 ho prelevato tutto da eToro realizzando una perdita di circa 850USD

    4)I bitcoin sono nel mio wallet in perdita e ci rimarranno

    5)Su coinbase e su eToro sono rimasti in tutto meno di 10$ per piccole differenze nei trasferimento

    Reply
    1. 24.1

      Guidatradingonline.net

      Salve Andrea e grazie per averci scritto su Guidatradingonline.net – in virtù della sua situazione a quanto pare non c’è stato gain ma soltanto minusvalenza – la invitiamo pertanto a darne comunicazione in 730 prima però la esortiamo a sentire il parere di un commercialista o CAF di zona.

      saluti

      Reply
  25. 25

    Mario

    Mario

    Buongiorno faccio un lavoro dipendente con reddito lordo di 20000 annui,
    la commercialista del mio datore di lavoro mi fa lei la dichiarazione dei redditi.
    Volevo sapere se anche per le opzioni binarie con guadagni netti inferiori ai 5000€ all’anno, devo fare comunque la dichiarazione dei redditi per prelevare o non occorre anche se ho gia un altro lavoro?
    Grazie

    Reply
    1. 25.1

      Guidatradingonline.net

      Salve per rispondere in maniera esatta a questa sua domanda la invitiamo a sentire proprio quella commercialista indicando che percepisce anche redditi diversi da attività di trading per la somma inferiore ai 5.000 annui.

      saluti

      Reply
  26. 26

    giorgia

    Buongiorno. Ho un conto trading con broker estero. E ho conto corrente con IBAN in Germania, su cui fare transitare le plusvalenze. In teoria potrei non versare mai sul mio conto corrente italiano le plusvalenze ma semplicemente usare la carta di credito per le mie spese. Come faccio con la tassazione? Grazie

    Reply
  27. 27

    daniele

    buongiorno.
    avendo perso tutti i soldi che avevo sul conto trading, a fine anno posso portarli in detrazione di eventuali tasse che devo pagare per altri redditi che ho?
    grazie per la eventuale risposta.

    Reply
    1. 27.1

      Guidatradingonline.net

      ciao daniele e grazie per averci scritto su guidatradingonline.net

      in realtà la invitiamo a sentire il suo commercialista o istituto CAF presso il suo comprensorio.

      saluti

      Reply
  28. 28

    Gabriele

    Grazie infinite, mi ha chiarito l’80% dei dubbi. Ora la domanda è: ho un conto presso un broker australiano, il quadro per la compilazione del 730 e l’RW giusto?

    Reply
    1. 28.1

      Guidatradingonline.net

      salve gabriele, si esatto.

      saluti

      Reply
  29. 29

    gio

    buonasera, conto etoro aperto nel 2018 depositati 1000$ e movimentato con una minusvalenza a fine 2018 di -400$, ora chiedo è sufficiente 730 e modello unico considerando che ho altro reddito che mi obbliga a fare il 730?

    Reply
    1. 29.1

      Guidatradingonline.net

      salve giò, esattamente 730 modello unico – a tal guisa però invitiamo anche lei a chiedere sempre conferma ad un esperto commercialista o presso un CAF.

      saluti

      Reply
  30. 30

    Paola

    Buon giorno, ho iniziato a fare trading con Il GRUPPO AGM INVEST .COM mi hanno mostrato la licenza e l’autorizzazione CONSOB, fino a ora ho fatto dei versamenti di euro 20000 circa e con le operazioni effettuate sono in positivo di circa 18000 euro vorrei sapere se posso fidarmi di questa piattaforma e se rirulta effettivamente accreditata grazie saluti

    Reply
    1. 30.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Paola, ah si ti hanno mostrato la consob ? e cosa dice ? Che sono truffatori in piena regola ? Guarda a tal guisa che ti facciamo vedere – CLICCA QUI ‘ ! E’ LA DELIBERA PROPRIO DELLA CONSOB in cui si pone fine al termine della violazione DI QUESTI MALEDETTI TRUFFATORI !!!

      quanto hai versato ? 18 mila ? stai scherzando o dicendo sul serio ? effettua IMMEDIATAMENTE UN PRELIEVO !!!!

      VAI QUI E LEGGI TUTTE LE ULTIME DELIBERE CONSOB

      saluti

      Reply
  31. 31

    Ennio

    Buona sera,
    Nel regime dichiarativo da quello che leggo le tasse vengono pagate sulla sommatoria dei risultati di tutte le operazioni aperte e chiuse durante l’anno (plusvalenze – minusvalenze)
    Nel caso di regime amministrato il broker applica l’aliquota alla chiusura di ogni singola posizione. Se è così come avviene allora compensazione con le minusvalenza accumulate durante l’anno?

    Esempio: 20 operazioni effettuate in un anno solare, 10 operazioni chiuse con utile totale di 15.000 € e 10 operazioni chiuse con perdita totale 10.000 €

    – regime dichiarativo 26% della plusvalenza totale di 5.000 €= 1.300 €
    regime amministrato 26% su tutte le operazioni in attivo per 15.000 €= 3.900 €

    Come recupero i 2600€ che con il regime amministrato ho pagato in più rispetto a quello dichiarativo?

    Grazie saluti

    Reply
    1. 31.1

      Guidatradingonline.net

      salve Ennio su guidatradingonline.net riusciamo a dare indicazioni generali su questo argomento, tuttavia non essendo dei tecnici del settore, invitiamo tutti i nostri gentili lettori di rivolgersi caso per caso ( specialmodo quelli più specifici ), presso un commercialista o CAF.

      saluti

      Reply
  32. 32

    Mauro

    Buonasera,ho letto vari commenti e le vostre risposte sempre precise. Io da alcuni mesi (2019) mi sono avvicinato al trading online e vi faccio il mio esempio:dipendente con reddito lordo di circa 28000€ e gain ancora inferiore ai 5000€…se andare a fine anno supero questa soglia ma io prelevo ogni anno 4000€…aumentando solo il mio capitale del conto broker..devo dichiararlo nella denuncia dei redditi?
    Grazie

    Reply
    1. 32.1

      Guidatradingonline.net

      Salve Mauro, e grazie di cuore per i complimenti che hai riservato al nostro portale, sono davvero ben apprezzati. In relazione alla tua specifica domanda, osiamo dire che devi tenere conto del tuo reddito complessivo nel calcolo dei 5.000 quindi, nel tuo caso, il guadagno derivante dal trading online maturato nell’anno, va a sommarsi al restante. tutto deve essere ben precisato in sede di dichiarazione redditi. a tal proposito ti invito a chiedere ulteriori informazioni presso il tuo commercialista.
      un saluto

      Reply
  33. 33

    Luca

    Buonasera, ho un dubbio. Nel 2017 ho ottenuto una minusvalenza di 13.000€ mentre nel 2018 ho ottenuto una plusvalenza di 20.000€ ma nel 2017 non ho fatto alcuna dichiarazione riguardo alla minusvalenza. Posso quest’anno in fase di dichiarazione riprendere in qualche modo la vecchia minusvalenza per sottrarla al gain del 2018 oppure è da considerarsi persa?
    Oltre all’attività di trading ho guadagni da attività diverse per circa 20.000€ annui.
    Complimenti e molte grazie per il servizio che ci offrite.

    Reply
    1. 33.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Luca ed innanzitutto grazie per i tuoi complimenti, sempre davvero apprezzati da noi, sono anche un grande stimolo ad andare avanti e a migliorare sempre più la qualità delle nostre guide, aggiornandole di continuo.Riguardo la tua specifica domanda, credo che la compensazione tu la possa fare, ma occorre portare tutte le dimostrazioni del caso come report dei brokers e le fonti di credito ( da o per verso X broker ) utilizzate, e procedere poi a segnalare tutto in sede di dichiarazione dei redditi.
      queste informazioni che diamo sono del tutto generiche e ricordiamo che non siamo consulenti fiscali e quindi, come facciamo sempre, ti invito a sentire anche ( e soprattutto ) il parere del tuo commercialista che sono certo ti darà ogni indicazione in virtù della tua specifica casistica.

      un saluto e buona giornata
      lo staff di guidatradingonline.net

      Reply
  34. 34

    felembo

    salve, ho una domanda. Con un certo broker ho guadagnato non piu di 2000 euros dopo per avere investito circa 4000 euros. quindi logicamente direi, che ho perso 2000 euros. ma siccome il movimento e avvenuto fra la mia banca e il Broker, dovrei pagare qualcosa, anche se sono logicamente complessivamente in perdita, seppur aver spesso caricato 100 euros, o 150 etc fino ai 2000 (pero persi comunque nel complesso del anno)?

    L altra domanda e, e obbligatorio dichiare le minusvalenze? detto che sono anche dipende, dovrei compilare 730 o unico in tale caso. e entro quali guadagni dovei dichiarare per forza le plusvalenze?

    Grazie

    Reply
    1. 34.1

      Guidatradingonline.net

      ciao caro felembo e grazie per averci scritto su guidatradingonline. nel suo caso specifico il consiglio che mi sento di darle è quello di chiedere lumi direttamente presso uno studio commercialista o al CAF della sua località. purtroppo noi non siamo consulenti fiscali, diamo solo qualche consiglio generale ma non essendo professionisti della materia, non abbiamo i requisiti per dare nozioni certe e studiate.

      saluti

      Reply
  35. 35

    ev

    Salve, grazie per il vostro servizio.
    Etoro mi fornisce un estratto conto annuale delle mie operazioni, mi basta portare quello al Caf? Poi finché non prelevo, devo dichiarare qualcosa?

    Reply
    1. 35.1

      Guidatradingonline.net

      salve e grazie a lei per averci contattato.

      si esattamente, deve vedere in fase di dicharazioni redditi col suo caf o commercialista di fiducia se iscrivere eventuali plusvalenze nel quadro relativo a redditi diversi.

      saluti

      Reply
  36. 36

    Naty

    Salve ,, ma se ho – 30 euro ( minusvalenze) su resocontò di anno 2018 sono obbligata di dichiarare lo stesso oppure no. .. ?

    Reply
    1. 36.1

      Guidatradingonline.net

      ciao naty grazie per averci scritto. nel tuo caso dovresti dichiarare la piccola minusvalenza o portare in detrazione con eventuali plusvalenze nell’anno successivo. ad ogni modo per questo ti invito a sentire il parere di un commercialista.

      saluti

      Reply
  37. 37

    Emilio

    Salve, sono lavoratore dipendente e guadagno circa 20.000 eur/anno. Se ho investito 25 eur in criptovalute su un wallet di Estonia e poi prelevato 25,33 eur… Devo dichiarare quelli 0,33 eur di plusvalenza?
    Grazie

    Reply
    1. 37.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Emilio grazie per averci scritto su guidatradingonline.net. essendo la cifra davvero irrisoria, credo che nel tuo specifico caso non occorra far nulla.

      saluti

      Reply
      1. 37.1.1

        Emilio

        Grazie mille per la risposta!

        Reply
  38. 38

    Enrico

    Buongiorno, ho letto che in alcuni casi non è necessario dichiarare la somma guadagnata intorno ai €200 Vorrei sapere qual è il tetto massimo di guadagno da non necessariamente dichiarare Grazie mille

    Reply
    1. 38.1

      Guidatradingonline.net

      ciao enrico, i guadagni da redditi diversi, ovvero quelli derivanti dal trading online, riteniamo debbano esser sempre dichiarati in sede di dichiarazione. per maggiori approfondimenti, comunque, ti invito a contattare il tuo commercialista.

      saluti

      Reply
  39. 39

    Halyna

    Salve mi serve urgente e to aiuto e la vostra risposta.ho aperto conto con un broker su TradeBNP con 250 euro puoi aggiunto Man mano 5 Milla e tra guadagni e perdite STAVOA 10.00 PERÒ AVEVO OPERAZ. APERTE IN NEGATIVO E LUI LI HA CHIUSE DICENDO CHE AVREMO RECUPERATO. a 8.200 il mio acunt manager raccontato che si può guadagniare di più con conti a progetto trimestrali segregatti. E dice che serve altro capitale io faccio dinuivo il binifico bancario di 10.000 EURO PERÒ DOPO CIO NON POTEVO PIÙ ENTRARE SUL CONTO. DOPO UN GIORNO MI CHIAMA E MI FA SCARICARE MT4 DOVE MI FA ACEDERE AL CONTO SEGREGATO DEL PROGETTO MA NON ERA PIÙ TRADEBNP MA (I4F) INVESTMENT 4 FUTURES LIVE. LI ERA DEPOSIYO 10.00 E 8.60 ERANO AFFIANCARE SOTTO FORMA DI CREDITO. PASATTO 3MESI LUI FATTO GUADAGNI SU DAX. CHE È DI 48.000 MILLA EURO. ORA MI CHIAMA R DICE PROGETTO E CHIUSO POSSIAMO PRELEVARE. PERÒ DICE DEVI PAGARE PRIMA LA TASSA IN ANTICIPO DI 26% che devo versare a loro con bonifico e dopo ciò lui prenderà il suo guadagnio di 10% e dopo io potrò intascare il guadagnio e + soldi investiti. Il mio sospetto che è una truffa che una volta versati altri 12.00 circa non vedrò più niente. La sede è al estero. Ducco ma prelevate dai guadagni e pagate e io prendo il netto. Dice no non funziona così. E un conto segregato è finché non si pagherà la tassa la finanza ho banca non ho capito non faranno uscire un centesimo. Dico io non celo sti soldi come si fa no li devi trovare ai tempo 45 giorni. Sono stata da advicato e commercialista e anche a loro puzza questa cosa. Che non posso pagare la tassa qui in italia(diceva che costava di più e che si doveva aspettare poi 6 mesi per riavere soldi e lui non vogle aspettare così lungo per avere i suoi profitti) e mi obbliga rabiando di versare così lui farà in fretta. Io ho paura preferisco anche versare molto di pui di tasse ma qui è sapendo che è reale e auro questi soldi. E poi abbiamo visto che questo sito la CONSOB OSCURATO E HA NELLA LISTA NERA. COME DEVO PROCEDERE HO APERTO CONTO CON UNA PIATTAFORMA E POI MI SONO TROVATA IN UN ALTRA SENZA POTER DECICERE. E AL INIZIO NON SAPEVO NEMMENO DI PAGARE QUESTA TASSA E IN ANTICIPO E MANDANDO SOLDI CHI SA DOVE DOPO LI PRENDE NON PAGA NIENTE E DOVE VADO CERCARD CHI. AIUTATEMI

    Reply
    1. 39.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Halyna, tradepnb è una truffa ormai dichiarata e smascherata su tutti i principali siti informativi del trading online, tra cui anche da noi di guidatradingonline.net.

      la prima cosa da fare assolutamente è salvare quante più informazioni possibili e prove concrete hai della truffa ( login, user, screen , eventuali chat, telefonate effettuate con loro etc… ) poi esposto alla consob e denuncia alla polizia postale – chiedi infine alla tua banca se riesce a reclamare il bonifico fatto nei confronti di quei maledetti truffatori.

      facci sapere

      lo staff di guidatradingonline.net

      Reply
  40. 40

    Pietro

    Buonasera,
    A gennaio 2018 ho aperto un conto Etoro per fare investimenti in criptovalute versando 600€.
    Ho solo fatto acquisti e mai vendite in quanto sono sempre stato, e lo sono tuttora, in perdita.
    Ho l’obbligo di dichiarare qualcosa non avendo realizzato ne plusvalenze ne minusvalenze?

    Grazie per la risposta

    Reply
    1. 40.1

      Guidatradingonline.net

      salve pietro, se è in minusvalenza e non ha pertanto mai prelevato, non deve dichiarare ovviamente nulla.

      saluti

      Reply
  41. 41

    gabriele

    Salve,
    Le minusvalenze vanno dichiarate in bilancio o possono essere compensate per i prossimi 4 anni senza dichiararle effettivamente?

    Grazie

    Reply
    1. 41.1

      Guidatradingonline.net

      ciao gabriele, in linea di massima rispondo di si, tuttavia ti chiedo gentilmente di informarti presso uno studio comm.sta o presso un CAF – un addetto in materia saprà certamente risponderti meglio di me.

      un saluto

      Reply
  42. 42

    Fedez

    Ho solo una domanda: ma io devo pagare le tasse solo quando trasferisco i miei soldi sul conto ?

    Reply
  43. 43

    Emanuele

    Buonasera, ho intenzione di aprire un conto su Pluss 500 e leggendo le Faq avrei anche io un paio di domande:

    1.Plusvalenza a fine 2018, se sposto la plusvalenza nel c/c bancario a Gennaio 2019 in che anno devo dichiarare il profitto ?

    2.La tassa Ivafe va pagata ?

    Grazie e complimenti

    Reply
    1. 43.1

      Guidatradingonline.net

      Salve Emanuele, le rispondiamo per punti:

      1- nella dichiarazione dei redditi 2020

      2-si

      a tal guisa però invitiamo sempre a chiedere consulenza presso uno studio commercialista.

      grazie

      Reply
  44. 44

    Bellisario

    Buonasera, scusate l’ignoranza ma mi sto affacciando al mondo dal trading online da poco e i dubbi sono tanti. Per fare chiarezza vi elenco per punti le mie domande.

    1) Vorrei un parere su ava investements.

    2) Leggendo le vostre guide ho compreso che i siti affidabili sono quelli elencati (eToro, Plus 500, ecc); agendo su siti diversi, ad esempio su ava investements, il rischio è “solo” quello di essere truffati e perdere il denaro investito, oppure c’è il rischio di perdere denaro oltre la quantità di quello effettivamente versato e quindi ritrovarsi addirittura con debiti da coprire?

    3) In ultimo, ma non per importanza, si rischia di avere problemi con la legge operando su siti come appunto ava?

    Vorrei chiarire le mie curiosità prima di intraprendere qualsiasi attività. Grazie.

    Reply
    1. 44.1

      Guidatradingonline.net

      Salve gentilissimo signor Bellisario e grazie per averci scritto. Le rispondiamo punto per punto:

      1) ava investements – E’ UNA TRUFFA !

      2) I siti affidabili per fare trading online li trova nella tabella disponibile in diverse pagina del nostro sito, come la homepage di guidatradingonline.net; onestamente non comprendiamo le sue diverse domande tutte rivolte al fantomatico broker ava investements in quanto i truffatori sono persone senza alcuna morale , veri e propri banditi del web che faranno di ogni pur di rubare i suoi fondi e fargliene versare altri – la domanda che ha posto pone in essere regole morali che, ben comprenderà, non sono così contemplate nel manuale del ” giovane truffatore “;

      3) più che problemi con la legge, rischia di vedersi rubato tutto quanto deposita sulla piattaforma e ci auguriamo davvero che non lo faccia.

      Restiamo a disposizione qualora necessitassi di ulteriori informazioni.

      Lo staff di Guidatradingonline.net

      Reply
  45. 45

    FABIO

    Salve, ringrazio tanto voi ed il vostro staff, per la disponibilita’ che offrite ai non esperti del settore ogni giorno… Chiedo un informazione, visto che ho intenzione a breve di aprire un conto trading forex, con Swissquote che ha sede in Svizzera, dalla vostra esperienza ed informazioni, vi risulta una broker serio, ” onesto” ed in regola con i requisiti CONSOB E quant’altro….? Resto in attesa di un vostro riscontro- saluti. FABIO

    Reply
    1. 45.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Fabio e grazie per averci scritto e per i complimenti che ci hai fatto, sempre molto apprezzati.

      Riguardo la tua domanda possiamo confermarti che quel marchio è legale, onesto e sicuro. tuttavia lo staff di guidatradingonline.net gli preferisce di più altri broker per fare trading. Qualora tu fossi anche interessato a conoscerli, anche per scopo puramente informativo, ti segnaliamo la guida specifica: Guida ai migliori broker trading

      Per ogni ulteriore chiarimento restiamo a disposizione.

      Saluti

      Reply
  46. 46

    Marco

    Salve, intanto complimenti per l’ottima guida riguardanti le tasse sul trading.
    Io ho una dubbio molto importante da risolvere.
    Io ho una persona all’estero che investe i miei soldi in trading ma io non ho nessun account, io mando i soldi e lui poi mi manda in guadagno investito via Wallet.
    Se io ricevo per esempio 6000 euro e ne ho mandati 1000 ho da pagare le tasse su 5000 euro, ma cosa devo dare al mio commercialista per essere in regola con le agenzie delle entrate? Basta dare solamente il bonifico che verso sul mio conto e dire che sono stati guadagnati con gli investimenti?
    Attendo una risposta cordiali saluti.

    Reply
    1. 46.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Marco e grazie per i complimenti, sempre molto apprezzati e ci danno gli stimoli giusti per andare avanti e fare sempre del nostro meglio. In relazione alla tua domanda, se è tutto completamente in regola e certificato da prove tangibili, puoi senza dubbio dichiarare la plusvalenza derivante da ” redditi finanziari ” nella tua dichiarazione dei redditi, pagando il 26% su questi ultimi. Ovviamente questa è una risposta frutto della nostra esperienza tuttavia non sia ne commercialista ne revisori contabili pertanto ti chiedo gentilmente di approfondire meglio la dinamica presso un commercialista in gamba.
      saluti

      Reply
  47. 47

    Vito

    Complimenti, una guida chiarificatrice sugli aspetti fiscali, aimè spesso dimenticati, ma molto importanti.

    Reply
    1. 47.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Vito, grazie di cuore per i tuoi complimenti, sempre molto apprezzati.
      A presto!

      Reply
  48. 48

    giorgio

    buongiorno,
    vorrei un chiarimento per quanto riguarda il trading col regime amministrato.
    se usufruisco della disoccupazione e inoltre faccio trading, posso perdere il diritto di percepire l’indennizzo della disoccupazione? e possibilmente un giorno l’INPS può chiedermi indietro i soldi percepiti?

    Grazie

    Reply
    1. 48.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Giorgio, domanda davvero interessante alla quale però, visto le nostre competenze non specifiche in ambito fiscale, non riusciamo a rispondere alla tua domanda, ci riserviamo pertanto di invitarti a sentire il parere di un esperto commercialista. saluti

      Reply
  49. 49

    antonio

    Salve ptatico trading su piattafora Etoro chiesto info su come poter fare per pagare la tassazione la loro risposta e che non hanno nessuna idea grazie
    buona giornata
    Antonio

    Reply
    1. 49.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Antonio, etoro come tutti gli altri broker non fungono da sostituti di imposta, quindi una volta ottenuta la rendicontazione del tuo conto, devi dichiarare quanto hai maturato nell anno.
      un saluto

      Reply
  50. 50

    Nicola

    Buonasera,
    vorrei un chiarimento in merito alla situazione post ESMA.
    Nel caso di guadagni effettuati presso broker extra UE quale sarebbe il regime di tassazione dei guadagni una volta trasferiti sul conto corrente italiano?
    Il broker in questione è Dukascopy Bank.
    Grazie.
    Saluti.

    Reply
    1. 50.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Nicola e grazie per averci scritto. Per i guadagni da broker no esma, il sistema è sempre il medesimo essendo sempre redditi diversi da attività finanziarie. Per tutti i dettagli ed approfondimenti del merito ti invitiamo a sentire un esperto commercialista.

      A presto

      Reply
  51. 51

    Lara

    Buongiorno, etoro e altri broker se non sbaglio hanno la sede fiscale a Cipro o a Malta. Ci possono essere problemi visto che sono considerati paradisi fiscali? Altra domanda, qual’è la vs opinione su Fxoro? Grazie e complimenti per il vs articolo!

    Reply
    1. 51.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Lara, grazie per averci scritto. Che abbiano la sede in posti extra europa, non ci deve interessare, sono a norma con la legge internazionale. L importante è chi risiede in un determinato Paese deve ottemperare agli obblighi previsti dalla propria normativa ed in Italia dobbiamo dichiarare le redditività da attività di trading online.
      saluti

      Reply
  52. 52

    Riccardo

    Buongiorno
    Nel 2019 ho fatto trading online arrivando alla seguente situazione: sono partito con 4000 euro di deposito iniziale su conto a inizio gennaio 2019

    Ora mi ritrovo con 5500€ sul conto piu ho prelevato 4900€ da inizio anno.
    Come mi devo comportare con le imposte? Vanno calcolate solo sui prelievi? O anche sul conto online?
    Vanno pagate per guadagni del genere?
    Grazie delle informazioni

    Reply
    1. 52.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Riccardo e grazie per averci scritto. Diciamo che vanno calcolate sulla rendicontazione che ti da il broker e relativa sull’anno solare. Però per rigor di logica, andrebbe anche reportata la movimentazione entrate-uscite dai suoi istituti di credito in relazione a questo tipo di attività (trading online per l’appunto).
      Un saluto

      Reply
  53. 53

    pietro

    buon giorno

    se nell anno non ho avuto plusvalenze , ma una cifra ridicola in quanto minus valenza posso eventualmente non dichiarare nulla nel 730?

    io sono ” affiancato ” dal commercialista online DICHIARATIVO.COM il quale mi ha detto che in ogni caso bisogna SEMPREdichiarare i conti all estero , in questo caso si tratta della piattaforma ETORO , pero’ leggendo il vostro articolo sembrerebbe che io non debba dichiarare nulla se sono in perdita ( se non mi interessa recuperare le minus valenze )

    potete dirmi per piacere se posso evitare di dichiarare

    Reply
    1. 53.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Pietro e grazie per averci scritto. se si tratta di una piccolissima minusvalenza non occorre dichiarare ma certamente il commercialista ne sa più di noi essendo un professionista a differenza di noi altri. Come diciamo sempre, bisogna quindi rivolgersi sempre ad un professionista. Il suo commercialista inoltre ha parlato di dichiarare conti all’estero, cosa che è imprescindibile dalla dichiarazione dei proventi da attività trading maturata.
      saluti

      Reply
  54. 54

    Giacomo

    Buongiorno e complimenti per la guida
    Se si hanno delle minusvalenze e non si registrano guadagni, vanno dichiarate per che siano valide poi a coprire eventualmente l tassazione di futuri guadagni o banalmente vanno tirate fuori solo se si registrano plusvalenze negli anni successivi?
    Grazie mille

    Reply
    1. 54.1

      Guidatradingonline.net

      Buongiorno Giacomo e grazie mille per i complimenti, sempre molto apprezzati.

      Riguardo la tua domanda, dovrebbe essere proprio come hai detto, tuttavia come diciamo sempre per ulteriori approfondimenti in merito è bene sentire il parere di un commercialista.
      grazie

      Reply
  55. 55

    pasquale

    buonasera, avendo fatto trading online con la società Cobra Cfd e ho avuto una plusvalenza di 20.000 euro a fronte di un capitale investito di 5.300 euro, volevo sapere essendo la Cobra in Inghilterra mi hanno detto che devo pagare il 16% di tasse sulla plusvalenza per avere il mio guadagno.
    Volevo sapere è reale tutto questo o è una truffa?

    Reply
    1. 55.1

      Guidatradingonline.net

      ciao Pasquale, si è UNA TRUFFA. Stanne assolutamente alla larga. A tal guisa puoi leggere un nostro approfondimento a questo indirizzo.

      saluti

      Reply
  56. 56

    Strauss

    Salve, ottima guida! Mi sorge un ulteriore dubbio…dopo un anno in minusvalenza, tale attività va dichiarata onde evitare di ricadere in sanzioni? E invece per ottenere nei successivi anni quel vantaggio tassativo di plusvalenza meno minusvalenza va dichiarata tale attività di trading?

    Reply
    1. 56.1

      Guidatradingonline.net

      ciao strauss, a questa domanda non riusciamo a rispondere con assoluta certezza; in merito a questa particolare casistica, quindi, ti invitiamo a sentire il parere di un comm.sta.

      saluti

      Reply
  57. 57

    Giacomo

    Buongiorno e complimenti per la guida
    Io purtroppo ho maturato delle minusvalenze nell’anno 2017 e 2018.
    Sto cominciando ora a registrare dei profitti che probabilmente porterò in dichiarazione nel 2021 perché andrò a incassarli in quest’anno 2020.
    considerando che le minusvalenze non le ho dichiarate nelle precedenti dichiarazioni dei redditi saranno comunque conteggiate se nella dichiarazione dei redditi del 2021 Porto anche un’estrapolazione delle minusvalenze registrate nei 4 anni precedenti?
    Grazie in anticipo per il riscontro

    Reply
    1. 57.1

      Guidatradingonline.net

      ciao giacomo non siamo così tecnici da poterti fornire una risposta certa, tuttavia dovrebbe esser come dici tu, ovvero possono esser portate in detrazione. per ovvie ragioni, quindi, ti consigliamo caldamente di sentire il parere di un esperto commercialista.

      un caro saluto e buona serata

      Reply
  58. 58

    Luca

    Ciao, io ho un problema, nel 2018 ho perso circa 15.000€ e no ho mai dichiarato la minusvalenza, mentre nel 2019 ho guadagnato circa 22.000€. Come faccio a recuperare le minusvalenze? Non è più possibile secondo voi?
    Grazie per la vostra disponibilità.

    Reply
  59. 59

    Federico

    Buongiorno, ho aperto nel dicembre 2017 un conto su Etoro, versando inizialmente 200 € e in un secondo momento altri 200€. Totale di 400 €.
    Nel corso di questi anni non ho MAI prelevato nulla, la maggior parte delle operazioni da me aperte sono risultate in perdita.
    Volevo chiedervi: Sono tenuto a dichiarare in 730 il fatto di aver aperto il conto etoro? (Senza averne mai beneficiato).
    Per evitare ogni problema e togliermi il pensiero stavo pensando di chiudere definitivamente l’account. Posso farlo senza incorrere a sanzioni fiscali?

    Reply
    1. 59.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Federico, leggendo la tua situazione credo che non ci sia bisogno di fare nulla. prima di chiudere il conto su etoro accertati circa i costi specifici leggendo il T&C (cambiano spesso) o in alternativa contatta l’assistenza clienti che ti darà tutte le informazioni di cui necessiti. un caro saluto

      Reply
  60. 60

    Luca

    Buongiorno, io ho investito nel 2019 su etoro, ora che documenti mi servono per fare ISEE e dichiarazione dei redditi?
    E il conto visto che è in dollari come si fa a effettuare il cambio?

    Reply
    1. 60.1

      Guidatradingonline.net

      ciao, da etoro devi farti dare la rendicontazione di tutte le tue operazioni sul conto del 2019, comprensivo di depositi e prelievi.

      poi converti eventuale plusvalenze o minusvalenze all attuale tasso di cambio.

      noi consigliamo comunque di rivolgersi sempre al proprio commercialista o al caf.
      saluti

      Reply
  61. 61

    Giovanni

    Ciao, leggo solo oggi questa guida, grazie del vostro lavoro.
    Io stavo progettando di prendere varie posizioni con circa 5 mila euro sui vari mercati di eToro e “dimenticarmene” per almeno 5-10 anni. Volevo sapere, visto che chiuderò tali posizioni a lungo termine, in questi due anni da studente, e quindi ISEE oltre al 730, non devo dichiarare nulla da come ho intuito. Mi sbaglio?
    Grazie ancora ragazzi

    Reply
    1. 61.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Giovanni grazie per i complimenti, sempre davvero apprezzati qui. In relazione alla tua domanda, ipotizzando comunque dei redditi solo sulla carta, fin quando non venderai gli assets in realtà non avrai ottenuto eventuali profitti, quindi perchè pagarci le tasse da introiti che materialmente non hai tra le mani?
      a tal proposito, anche a te, come a tutti coloro che mi inviano domande dettagliate, consiglio di sentire per conferma anche un CAF o commercialista.

      un saluto

      Reply
  62. 62

    Davide

    Salve, ho aperto un conto su etoro da qualche giorno , versando 300 euro, poi convertiti in dollari… ho fatto delle minime operazioni che mi hanno fatto portato in leggera minus valenza, qualche euro…. Sono un dipendente con già un reddito annuo, come mi devo comportare per eventuali dichiarazioni? Già quest’anno devo dichiarare?e nel caso chiudessi l’account riprendendomi il restante devo comunque dichiarare? Grazie e mi scuso per le numerose domande.

    Reply
    1. 62.1

      Guidatradingonline.net

      ciao davide, ovviamente tutto ciò che fai nel 2020 dovrai comunque dichiararlo l’anno prossimo, quindi stai sereno e fai trading su etoro – al 31 / 12 tirerai le somme.

      Buon trading!

      Reply
  63. 63

    Davide

    La ringrazio per la risposta… Quello che volevo chiedere è che se ritirassi subito i soldi (meno di quelli versati) con circa 4 giorni dall’apertura del conto… Devo dichiarare lo stesso? Non c’è nessun modo per annullare almeno a livello fiscale la cosa? Grazie.

    Reply
  64. 64

    Paolo

    Buonasera,

    Sono impiegato con reddito in Italia, ho versato su ETORO nel 2019 3.700,00€ e a fine anno dopo centinaia di operazioni, avevo 2.000,00€, ho prelevato il restante a Gennaio 2020, cosa devo dichiarare nel 2019?

    Grazie
    Paolo

    Reply
    1. 64.1

      Guidatradingonline.net

      ciao paolo, innanzitutto grazie per averci scritto. allora la rendicontazione ci mostra una minusvalenza di 1.700 che certamente puoi portare a compensazione l’anno prossimo qualora raggiungerai una plusvalenza da redditi diversi, trading incluso.

      in linea di massima, quindi, non devi dichiarare nulla. per ulteriori approfondimenti, però, ti invitiamo sempre a consultare il parere di un commercialista.

      saluti

      Reply
  65. 65

    Emi

    Buongiorno,
    Ho un conto su Oval Money con piccoli accantonamenti in ETN. nel 2019 ho liquidato uno strumento maturando una plusvalenza di 10,39€.
    Sono lavoratrice dipendente con reddito intorno ai 35.000 lordi annui.
    È necessario dichiarare questa cifra irrisoria dovendo fare il modello Unico dato che Oval opera, ahimè l’ho saputo tardi, in regime dichiarativo?
    Grazie

    Reply
    1. 65.1

      Guidatradingonline.net

      ciao emi, grazie per averci scritto. nel tuo caso non credo si debba dichiarare nulla, tuttavia per avere la certezza ti consiglio di di sentire il parere di un commercialista.

      un caro saluto

      Reply
  66. 66

    Emanuele

    Salve avrei bisogno di 2 chiarimenti con un esempio:
    1.
    Plusvalenza nel 2019. Non trasferisco i soldi sul conto corrente per 3 anni.
    Nel 4 anno trasferisco i soldi sul c/c bancario. Pagherò le tasse nel 4 anno?
    2.
    Nel novero della giacenza media La tassa Ivafe deve essere pagata anche considerando al plusvalenza depositata sul c/c di trading ?
    Perchè in questo caso pagherei le tasse sulla plusvalenza 2 volte, la prima volta tramite Ivafe e la seconda sulla plusvalenza.
    Grazie per la Vostra guida

    Reply
  67. 67

    Full

    Buonasera, avrei bisogno di ulteriori chiarimenti su etoro, se prelevo in un anno ma ho depositato l’anno precedente, devo comunque fare la differenza tra prelevato e depositato? E se prelevo solo parzialmente i miei soldi come mi comporto? Su siti come dichiarativo.it dicono che la dichiarazione vada fatta ogni anno sia per le plusvalenze che le minusvalenze. Un ultima cosa: se parte delle plusvalenze è data da dividendi e non da attività di compra vendita si dichiara nello stesso modulo? C’è grossa confusione e non è possibile che per fare certe cose si debba essere per forza degli esperti commercialisti

    Reply
  68. 68

    Full

    Scusate dicono che si debba fare ogni anno a prescindere che si prelevi o meno

    Reply
  69. 69

    Laura

    Interessante questo articolo. Una sola domanda:
    Se il broker non si occupa di fare la dichiarazione d’imposta, il trader quanto tempo ha a disposizione per fare la dichiarazione e pagare il dovuto al fisco, dopo aver incassato la somma guadagnata?

    Reply
    1. 69.1

      Guidatradingonline.net

      ciao laura, in fase di dichiarazione dei redditi nell’anno successivo ovviamente.

      un saluto

      Reply
  70. 70

    Full

    Rispondete anche a me? le risposte facili le sappiamo tutti. Grazie

    Reply
    1. 70.1

      Guidatradingonline.net

      ciao non mi sembra questo il modo corretto con il quale chiedere le informazioni, tra l’altro su una risorsa gratuita come la nostra, ci scusi.

      Reply
  71. 71

    Emanuele

    Gentilmente chiedo se potete darmi un risconto alla domanda del 17/2 che riporto di seguito,
    avrei bisogno di 2 chiarimenti con un esempio:
    1.
    Plusvalenza nel 2019. Non trasferisco i soldi sul conto corrente per 3 anni.
    Nel 4 anno trasferisco i soldi sul c/c bancario. Pagherò le tasse nel 5° anno riferito appunto al quarto ?
    2.
    Nel novero della giacenza media La tassa Ivafe deve essere pagata anche considerando al plusvalenza depositata sul c/c di trading ?
    Perchè in questo caso pagherei le tasse sulla plusvalenza 2 volte, la prima volta tramite Ivafe e la seconda sulla plusvalenza del 26%

    Nuovamente grazie per la Vostra guida

    Reply
    1. 71.1

      Guidatradingonline.net

      ciao emanuele, ringraziandoti per la tua domanda e per i complimenti allo staff di guidatradingonline.net, ti invitiamo di tutto cuore a chiedere ausilio ad un esperto commercialista o presso un CAF. Si tratta di argomenti tecnici piuttosto specifici quelli relativi all’aspetto fiscale. noi siamo esperti nel settore del trading e la nostra guida intende dare un’infarinatura informativa generale relativa alla questione, tuttavia non siamo in grado di fornire uno specifico supporto che solo un professionista è in grado di fare.

      cordiali saluti

      Reply
  72. 72

    luca

    Buongiorno,complimenti per la guida.
    Sono uno studente universitario a tempo pieno, quindi senza alcun lavoro, e vengo “mantenuto” dai miei miei genitori hanno una piccola azienda, e avevo intenzione di aprire un conto su e-toro o simili, per fare piccoli investimenti, qualche centinaio di euro.
    Se, speriamo, dovessi trovarmi successivamente con delle plusvalenze, come mi dovrei comportare per la dichiarazione?
    Devo dichiarare?
    C’è un limite massimo entro il quale posso non dichiarare?

    Reply
    1. 72.1

      Guidatradingonline.net

      ciao luca, grazie mille per i complimenti che ci hai fatto. se le tue plusvalenze sono minime (ma ti auguro possano esser molto alte), l’anno successivo dovrai dichiarare l’importo, tuttavia se non raggiungi con tutti i tuoi altri redditi (nel tuo caso ho capito che tu non ce l’abbia) soglia 5.000 euro, non devi dichiarare nulla.

      a tal proposito, comunque, ti invito a sentire sempre il parere di un esperto comm.sta,

      a presto

      Reply
  73. 73

    Giancarlo

    Salve e complimenti per la guida. Ho letto tutti i commenti ma non sono riuscito a trovare una risposta al mio caso specifico:

    Nel 2019 apro su Plus500 un conto trading con versamneto iniziale di 200euro.
    Nella rendicontazione di fine anno 2019 redatta dal broker ho alla voce “Profitto/Perdita Totale” – 60 euro e alla voce “Prelievi totali” € 50,00 (Richiesto: –)

    Non essendoci stato gain nel 2019 ma solo una minusvalenza di 60 euro, è ininfluente il prelievo fatto a solo scopo di testare un trasferimento dal broker? Di fatto non ho prelevato gain ma una parte di quello che avevo investito inizialmente

    In ogni caso la mia intenzione è di dichiarare la minusvalenza di 60 nella dichiarazione di questo anno

    Grazie

    Reply
    1. 73.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Giancarlo, grazie per i complimenti. Per il tuo caso specifico riteniamo plausibile sia meglio sentire il parere di un professionista.

      Un caro saluto

      Reply
  74. 74

    Elio

    Salve,premetto che lavoro in Svizzera ma risiedo in Italia quindi non sono soggetto a tassazione italiana visto che risiedo in zona limitrofe al confine e mi vengono detratte le imposte alla fonte direttamente in busta paga.
    Domanda: qualora intraprendessi un’attività di trading e i guadagni li girerei sul mio conto corrente svizzero,sarei ugualmente obbligato a dichiararlo in Italia e quindi pagarci le tasse?
    Grazie

    Reply
    1. 74.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Elio,grazie per averci scritto. In merito a questa situazione, non abbiamo conoscenza dell’esatta risposta da poterti fornire, pertanto ti rinviamo a chiedere ausilio ad un comm.sta o consulente del lavoro.

      Un caro saluto

      Reply
  75. 75

    Paolo

    Salve, complimenti per questa guida molto chiara. Non ho ancora trovato nulla di così dettagliato online su questo argomento. Mi resta un piccolo dubbio: alcune azioni che mi interessano sono quotate su borsa italiana ma etoro le offre solo sul nyse. Per acquistarle dovrei compilare la loro versione w8-ben. Da nessuna parte però è specificato se in caso di plusvalenza ci sarà una tassazione statunitense (anche se magari scontata) a monte di quella che dovrò poi comunque pagare in Italia.

    Reply
    1. 75.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Paolo, i tuoi complimenti ci lusingano e ci danno motivo di fare sempre del nostro meglio nella produzione di contenuti mirati al trading online. Ora che ci hai scoperto non ci lasciare ! Un caro saluto e buona serata

      Reply
  76. 76

    Max

    Buongiorno,

    se inizio con il Trading Online devo registrare una società e anche registrarmi in un registro come OAM (Organismo agenti e mediatori)?
    Grazie

    Reply
    1. 76.1

      Guidatradingonline.net

      ciao max, no assolutamente. Ti registri come normalissimo cliente privato in una delle migliori piattaforme trading consigliate e il problema non si pone, è perfettamente tutto a norma di legge.

      Su Guidatradingonline.net si divulgano guide con consigli per muovere i primi passi nel modo corretto.

      Un caro saluto

      Reply
  77. 77

    Paolo

    Mi resta comunque il dubbio sulla doppia tassazione in caso di trading su azioni del mercato americano. Compilare il W8-BEN (su eToro di default se si vuole acquistare sul mercato americano) ti salvaguarda dalla doppia tassazione? Grazie in anticipo per il chiarimento.

    Reply
  78. 78

    manu

    Gent.le Staff,
    un quesito circa il pagamento della plusvalenza per operazione cambio valuta con Fineco:
    ho ricevuto il report dalla banca delle 3 operazioni effettuate nel 2019.
    1^ operazione del 2019 conversione del 100% di sterline in portafoglio acquistate nel 2018 con piccola plusvalenza ma sotto la soglia dei 51645,69 per sette giorni;
    2^ operazione cambio euro in sterlina per importo superiore alla soglia per più di sette giorni (es. 60.000);
    3^ operazione cambio del 100% sterline detenute in euro dopo aver realizzato piccola plusvalenza (es. 61.000).
    La domanda è: la plusvalenza rilevante ai fini fiscali dovrebbe essere di 1000 euro, ma se le operazioni da riportare in dichiarazione sono tutte e 3 la 1^operazione come viene valutata se non si prende in considerazione il 2018 nel quale è stato cambiato il 100% di euro in sterline che poi sono state riscambiate nel 2019? La banca mi dice che è sufficiente il report delle 3 operazioni del 2019 e non occorre quello del 2018 che non invia. Se l’importo della 1^operazione fosse stato ad esempio sopra la soglia per cui doveva essere portata in dichiarazione (es. 52000 perchè nel 2018 acquistate con altra operazione sterline per controvalore 50000) come fa il commercialista a calcolare la plusvalenza della prima operazione 2019 da sommare a quella maturata con la plusvalenza della 3^operazione 2019 se non c’è documentazione circa l’operazione del 2018?
    Grazie in anticipo e un slauto

    Reply
    1. 78.1

      Guidatradingonline.net

      Ciao Manu, la tua domanda è alquanto complessa e non riteniamo che sia un non professionista a poterti / doverti rispondere. A tal proposito, dunque, ti rinviamo alla consultazione di un esperto il quale potrà consigliarti con assoluta certezza come muoverti a riguardo.

      Una buona serata

      Reply
  79. 79

    Andrea

    Buongiorno,

    se faccio copytrading ( ho una ritenuta del 30% di commisione delle plusvalenze al traider),e a inizio anno investo 100 per avere una plusvalenza di 1000 – 30% = 700 e quindi mi ritrovo con 800€ sul conto, le tasse le pago su l’intera plusvalenza di 1000 o sulla plusvalenza al netto delle commissioni del 30% ovvero 700?

    Reply
    1. 79.1

      Guidatradingonline.net

      ciao andrea, tu devi prendere in esame sempre il profitto ottenuto dal trading a prescindere del resto.

      Reply
  80. 80

    Andrea

    quindi prendendo l’esempio che ho fatto io, le tasse andrebbero pagate sui 1000€ e non sui 700€, nonostante io sul conto riceva solo i 700€? giusto?

    Reply
  81. 81

    Cami

    Salve vorrei un consiglio. Ho aperto un conto etoro a febbraio e depositato la cifra minima di 200 euro (convertiti in usd) , poi per una serie di cose non ho effettuato operazioni, sono rimasti lì i soldi, in seguito li ho ritirati tutti. Avendo ritirato tutti i soldi che ho depositato, e non avendo comprato né venduto nulla, secondo voi devo dichiarare qualcosa ?

    Reply
    1. 81.1

      Guidatradingonline.net

      ciao cami, assolutamente no. non devi dichiarare nulla in quanto non c’è differenziale tra dare e avere.

      un saluto

      Reply
  82. 82

    Cami

    Ringrazio molto per la risposta tempestiva. Il mio dubbio riguardava il fatto che il deposito era 200 euro e sul conto mi sono tornati solo 186 (ho prelevato tutti gli usd ma ho pagato commissione di prelievo e riconversione in euro). Dunque anche se risulta una discrepanza non devo dichiarare nulla? Ed invece ai fini del monitoraggio fiscale, essendo un conto estero, vista la somma esigua devo dichiarare in sede isee o altro?
    Scusate tanto i molti dubbi

    Reply
  83. 83

    Argene

    Ho fatto trading online nel regno unito seguita da un consulente. Ho iniziato a fine gennaio ed ho chiuso varie operazioni la settimana scorsa ma mi si chiede di pagare le tasse del 16×100 prima di poter avere il bonifico di tutto il capitale compreso il guadagno, sul mio conto corrente. Colpa della Brexit, mi dicono, è vero o è una truffa?

    Reply
    1. 83.1

      Guidatradingonline.net

      ciao argene, da quel che scrivi giungiamo presto alla deduzione che stai avendo a che fare con la classica truffa dell’est che fan finta che siano londinesi. saluti

      Reply
  84. 84

    Alessandro

    Salve,

    Intanto grazie allo staff di guidatradingonline per l’argomento trattato, molto interessante e ben spiegato, sopratutto per chi come me si stà muovendo per la prima volta in questo settore.

    Faccio una premessa sono un lavoratore dipendente con regolare contratto a temp.indeterminato e residente in Italia, ho aperto un conto con etoro e depositato lo scorso 27 marzo 2020 poco piu del minimo richiesto dalla piattaforma per l’apertura di quest’ultimo(250,47 USD come riportatomi dall’attuale estratto conto).

    Volevo porvi alcune domande:

    Domanda.N: 1) Ho fatto piccoli investimenti senza ausilio di leva(infatti su etoro mi riporta attualmente 0 commissioni per ciuascuna posizione attualmente aperta) su alcuni titoli azionari alcuni dei quali etoro mi ha fatto compilare il modulo “w8ben” visto che erano sul mercato americano ed infine ho aperto anche una posizione su una criptovaluta, vorrei lasciarli attivi e chiudere la posizione solo se effettivamente, me lo auguro, vadano in positivo. Pertanto se al 31/12/2020 “NON HO ANCORA CHIUSO QUESTE POSIZIONI”, nella dichiarazione dei redditi 730 del gennaio 2021 devo dichiarare SOLO di avere un conto estero (quindi nessuna dichiarazione sul trading attivo sulle posizioni non ancora chiuse) e pagarci l’IVAFE e se si di quanto si tratta approssimativamente di dover pagare?

    Domanda.N: 2) Nel caso in cui invece decida di chiudere al 31/12/2020 le posizioni aperte a prescindere se sono in positivo(plusvalenza) o negativo(minusvalenza) devo quindi dichiarare nel 730 del gennaio 2021 sia il conto etoro per l’IVAFE che le eventuali plusvalenze/minusvalenze a PRESCINDERE se poi decida di prelevare i fondi presenti sul conto etoro verso il mio conto corrente bancario?

    Grazie mille per il supporto.

    Reply
    1. 84.1

      Guidatradingonline.net

      salve, siamo felici che la nostra guida sia risultata utile. Per entrare maggiormente nel dettaglio della sua posizione fiscale, le consigliamo di avvalersi di un commercialista. Non siamo tecnici in materia fiscale e per domande così specifiche non ci sentiamo in grado di poter dare risposte di un livello consono all’importanza richiesta.

      buona giornata

      Reply
  85. 85

    Leonardo S.

    Buonasera, se io utente italiano, faccio Trading con Broker in Regno Unito . Mi ha detto il broker, che le Tasse posso pagare con aliquota del Regno Unito 18% , con addebito appena loro fatto bonifico, su mio conto corrente., in modo anticipato, e’regolare. la cosa …….
    Mi dia dei chiarimenti e spiegazioni esatte…
    Grazie….,

    Reply
    1. 85.1

      Guidatradingonline.net

      ciao leonardo, quale è il broker di trading che ti ha detto questa assurdità ? perchè di assurdità si tratta.

      un caro saluto

      Reply
  86. 86

    Alessandro

    Buongiorno,

    ho aperto da poco un conto eToro, volevo sapere se si deve pagare l’ IVAFE.

    Ho letto su un altro sito che essendo iscritto alla CONSOB, L’ IVAFE non e’ dovuta ma non sono sicuro sulla credibilita’ della fonte.

    Se a fine anno ho una plusvalenza maggiore di 5000E ma non ho mai prelevato da eToro, devo comunque dichiararla?

    Augurandovi una buona serata, vi porgo i miei piu’ cordiali saluti e complimenti per la vostra guida che e’ stata l’unica a farmi capire qualcosa !!

    Reply
    1. 86.1

      Guidatradingonline.net

      salve alessandro, innanzitutto grazie di cuore per i complimenti. possiamo dirti che l’ivafe non va pagata, tuttavia è bene dichiarare la plusvalenza solo nel momento in cui si manifesta effettivamente la transazione presso le sue fonti di credito.

      ad ogni modo ritengo plausibile, visto che non siamo esperti in materia fiscale, ma di trading, di sentire il parere di un esperto comm.sta.
      un saluto

      Reply
  87. 87

    Alessandro

    Grazie per la vostra risposta e ancora complimenti per il vostro lavoro e il supporto che offrite !

    Reply
    1. 87.1

      Guidatradingonline.net

      ciao alessandro, grazie davvero. questi complimenti sono alquanto graditi a tutto lo staff di guidatradingonline.net!

      Reply
  88. 88

    Rob

    Salve, complimenti innanzitutto per la guida.

    Personalmente non mi è chiara una cosa e cioè, da poco ho aperto un account su etoro. Premetto che è la prima volta che entro in questo mondo e facendo un pò di ricerca ho capito che per quanto riguarda il fisco itaiano, ok etoro non mi fa da sostituto di imposta.
    Ma se volessi comprare azioni USA (e mi chiedono di firmare il moduo W8-BEN), dovrò occuparmene io di dichiararle al fisco statunitense o ci penserà la piattaforma?

    Grazie per qualsiasi suggerimento.

    Reply
    1. 88.1

      Guidatradingonline.net

      ciao rob, se utilizzi broker seri regolamentati in diverse giurisdizioni come etoro, è tutto a posto. lascia stare i broker finti e della presunta legalità.

      un caro saluto

      Reply
  89. 89

    Gioacchino

    Buongiorno,se io investo 1000€ nel trading online nel 2018…e fino al 2022 non ho mai ritirato i profitti sul mio conto corrente…negli anni precedenti non dovrò dichiarare giusto nulla?dovrò dichiarare la mia plus valenza nel 730 del 2022 giusto??grazie saluti

    Reply
    1. 89.1

      Guidatradingonline.net

      ciao gioacchino, in linea di massima si proprio come hai detto tu. comunque sia consigliamo sempre di sentire il parere di un comm.sta.

      un caro saluto

      Reply
  90. 90

    Aldo

    Se si perdono soldi con broker irregolari.e poi per recuperarli ti chiedono il 26% di tasse anticipate,è una truffa?Aldo

    Reply
    1. 90.1

      Guidatradingonline.net

      salve, se ci dice il broker, magari facciamo un approfondimento. ad ogni modo diffida a prescindere da chi ti chiede dei soldi, ed affidati solo a broker seri come le piattaforme consigliate da noi.

      un saluto

      Reply
  91. 91

    Flavio

    Salve, volevo prima cosa ringranziarti per l’articolo molto interessante, e prendo l’occasione per porti un quesito : avendo un broker estero e mantenendo il mio capitale in valuta estera (USD) effettuando operazioni di trading in USD, devo comunque dichirarli sul 730 ? (non superando i 51k Euro di valuta totale)

    Reply
    1. 91.1

      Guidatradingonline.net

      ciao, grazie per i complimenti. si assolutamente, va tutto dichiarato quando si ottiene un gain derivante da investimenti in strumenti finanziari, e nella misura del 26%.

      un saluto

      Reply
  92. 92

    Angela

    Grazie per le le precisazioni. Mi servirebbe un chiarimento. Ho lavorato con una società inglese con sede Londra. Ho guadagnato, ma ora al momento della richiesta di recuperare il guadagno, mi chiedono soldi per pareggiare l’aiuto che mi ha dato la banca, é ho fatto il pareggio, poi mi chiedono di pagare la tassa di 26% su tutto il capitale e non solo quello guadagnato, alla mia rabbia, mi dice la consulente che la banca ha pagato la metà e che io devo pagare l’altra metà, prima di ricevere tutto il capitale. Ma può essere vero???

    Reply
    1. 92.1

      Guidatradingonline.net

      ciao angela, non è assolutamente vero. ergo: la stanno prendendo in giro.

      un saluto

      Reply
  93. 93

    max

    buongiorno sto operando da febbraio 2020 con TOL con plus 500.
    volevo un chiarimento, ipotizziamo per il 2020 solo minusvalenze e vanno comunque riportate nel 730 riquadro RW, possono essere poi utilizzate l’anno successivo a fronte della plusvalenza? e sulla differenza apllicherò il 26% corretto? ma il resoconto lo trovo nella piattaforma?
    in sintesi quindi vanno sempre indicate minu/plus nella DR?
    saluti

    Reply
    1. 93.1

      Guidatradingonline.net

      salve, si in linea di massima è tutto giusto. comunque come facciamo sempre, consigliamo di rivolgersi anche ad uno studio comm.sta.

      cordialmente

      Reply
  94. 94

    Daniele

    Salve,

    ho aperto un conto su un broker a fine dicembre 2019 ma non ho ancora lavorato con soldi veri e il mio saldo reale è ancora 0. Avendo anche altro reddito dal mio normale lavoro dipendente, devo dichiarare di avere un conto estero e pagare l’ Ivafe nel 730 del 2020?

    Grazie

    Reply
    1. 94.1

      Guidatradingonline.net

      salve daniele, grazie per averci scritto. certamente il reddito da attività relative agli investimenti finanziari, vanno a sommarsi nel 730 assieme alle altre reddività, come quello da lavoratore dipendente.

      per ovvi motivi le consigliamo di dichiarare il conto e spiegare la situazione al suo commercialista. è una procedura normalissima che va fatta.

      un saluto

      Reply
  95. 95

    Umberto

    Salve, complimenti per questa guida, è molto esauriente.

    Ho da una decina di giorni un conto su eToro e sono all’incirca con un decina di euro di plusvalenza per ora. Ho letto altrove che la dichiarazione dei redditi deve essere comunque fatta, anche se il trader non ha prelevato nulla. Qui leggo il contrario invece, ossia solo nel caso in cui si prelevi. Come funziona? Grazie mille in anticipo, saluti.

    Reply
    1. 95.1

      Guidatradingonline.net

      salve, il conto trading non è denaro di cui dispone, ma è come se lo ha già investito e l’investimento è in corso d’opera. ad ogni modo se in esso ha posizioni chiuse molto importanti che hanno effettivamente comprovato un sostanziale gain, le consigliamo in egual modo di dichiararlo. per questo genere di situazione consigliamo la consultazione di un comm.sta.

      saluti

      Reply
  96. 96

    pukk

    Salve grazie dell’articolo molto utile. Se dovessi cominciare a fare trading e poi trasferirmi all’estero (ho letto che la dichiarazione dovrei farla nello Stato in cui ho trascorso più tempo) pensate che sarebbe complicato a livello burocratico? Sapreste dirmi come funziona? Onestamente sono un pochino titubante sul cominciare ora, forse è una migliore idea cominciare quando sarò all’estero in modo tale da includere eventuali ingressi insieme alle altre entrate. Grazie

    Reply
  97. 97

    Sergio

    Salve una curiosità. Nel 2019 ho fatto trading on line con interactive broker. Sono riuscito ad andare in positivo alla fine dell’anno di 1000 euro. Ma li ho lasciati sul conto per continuare a fare trading. Li devo dichiarare? oppure ci pagherò le tasse quando li rimetterò sul mio conto? Grazie.

    Reply
  98. 98

    Stefano

    Buongiorno, vorrei capire se c’è una soglia di guadagni da raggiungere per dover pagare i tributi. Nel senso, supponiamo che dalle mie operazioni di trading, le mie plusvalenze siano di una cifra ridicola, ad esempio una decina di euro, è necessario dichiararli lo stesso?

    Reply
  99. 99

    ANDREA

    Buonasera,
    ho effettuato un versamento con investmentforces che mi ha affdato ad un broker il quale ora mi dice che devo pagare anticipatamente sul loro conto le tasse che loro rigireranno allo stato inglese. Appena ricevuto il mio bonifico mi fanno il bonifico dei soldi guadagnati.
    E’ regolare la cosa? e poi in Italia non devo ripagare il 26%?
    Grazie

    Reply
    1. 99.1

      Guidatradingonline.net

      ciao andrea, il broker che citi ci pare del tutto illegale. la richiesta è totalmente priva di fondamento, quindi abbiamo ragione di ritenere che ti stiano truffando.

      un saluto

      Reply
  100. 100

    Nd

    Buongiorno!
    Io ho iniziato a fare trading il primo giugno! È da una settimana che voglio fare un prelievo e ho sempre avuto problemi! Adesso mi dicono che il prelievo può essere fatto ma prima devo pagare le tasse facendo un bonifico a loro perché il Regno unito è fuori dall’Unione Europea?(loro risiedono a Londra)
    È normale?
    Grazie

    Reply
    1. 100.1

      Guidatradingonline.net

      ciao, a noi non risulta questo. approfondisca con un commercialista.

      un saluto

      Reply
  101. 101

    ALFISI

    ciao, mi è stato detto dal trader,in inghilterra ,che per versare sulla carta p.e, devo dare 1500 su un guadagno di 15000 per non avere problemi con il fisco, ci pensano loro .grazie

    Reply
    1. 101.1

      Guidatradingonline.net

      ciao alfisi, quale broker trading ti ha detto questa cosa ? a noi ci puzza.

      un saluto

      Reply
  102. 102

    Moris

    Grazie per i chiarimenti ottima spiegazione

    Reply
    1. 102.1

      Guidatradingonline.net

      ciao moris, grazie mille

      Reply
  103. 103

    Dan

    Buongiorno, sono uno studente universitario senza reddito e, per provare, ho utilizzato qualche volta la piattaforma di revolut (regime dichiarativo) guadagnando pochi euro (3 o 4): può sembrare una cavolata ma adesso non so se solo per questa cifra irrisoria dovrei compilare tutta la dichiarazione o non è necessario. Ho questo dubbio che mi affligge da giorni, spreo possiate darmi una risposta.

    Reply
    1. 103.1

      Guidatradingonline.net

      ciao dan, non preoccuparti per quella cifra.

      un saluto

      Reply
  104. 104

    Dan

    Buongiorno, ho iniziato a provare un po di trading da poco con revolut non sapendo che si trattasse di un regime dichiarativo. Dopo averlo scoperto ho smesso avendo un guadagno di 5 euro. Sono uno studente e non percepisco alcun reddito per cui non ho mai dovuto compilare nessuna dichiarazione dei redditi ma vorrei sapere se una cifra così bassa dovrei comunque dichiararla. Ho questo dubbio che mi assale da giorni e spero che possiate dirmi se è necessario fare qualcosa o no

    Reply
    1. 104.1

      Guidatradingonline.net

      ciao dan, non preoccuparti è tutto sotto controllo con importi di questo genere. sei ampiamente sotto ogni tetto minimo per dover procedere a dichiarazione.

      un saluto

      Reply
  105. 105

    Alessio

    Salve vorrei capire fino a che profitto non bisogna fare la dichiarazione dei redditi. Ho letto più volte che se in un anno si ha un profitto inferiore ai €5000 non si deve fare nulla. Ma la cosa che non mi torna è il perché di questa cosa dato che non lo trovo scritto ufficialmente da nessuna parte. Grazie in anticipo per la risposta

    Reply
  106. 106

    Mirco

    Buongiorno e complimenti per la guida. Vi contattò perché vorrei sapere come si possono gestire le minusvalenze che ho accumulato sul c/c di isp con delle plusvalenze con plus500. Si possono compensare in qualche maniera? Se si in che modo? Grazie.

    Reply
  107. 107

    riflessioni di un ex trader

    Concordo con Alessio, piu’ sopra.
    Molti siti dicono che anche solo per 1€ di prova di guadagno(?? quindi 0,26, ma poi se quei 0,26 li perdo nel prossimo trade già non li pago ma comunque sarebbe ampiamente sotto la quota tassabile, ma la dichiarabilità la vorrebbero sempre, come se non si vedesse da un cc se uno invia o riceve bonifici consistenti?)

    Ci sono tool per le crypto che si connettono a tutti gli account (wallet ed exchange) e ti calcolano in automatico il gain. Sarebbe d’uopo farlo anche (tramite api key) per gli account di trading (perché spesso se ne usa uno principale ma se ne possono poi cambiare) con codici rw per ogni paese e compilatore dei quadri ogni 31/12 (e già che ci siamo anche per il peer2peerlending).

    deve giustificare nei quadri rw l’attività estera
    (il che non avrebbe senso, ma se non ricarico mai il conto.. dichiaro 0 in data 0 e poi ancora 0? ma x solo monitoraggio del nulla?)

    (Postilla ma se uno non va mai in real cosa fa trading a fare?
    Come lo studia, l’emotività ecc per vedere se ci sa fare? Se ci mette solo 1% del capitale
    che magari non altissimo proprio per non bruciarsi o deve pagare anche questo “training” iniziale?
    O solo per vedere se il broker è affidabile in real e i grafici o le piattaforme sono ok?
    O fa tutto solo in demo?).

    Allo stesso modo però il conto paypal (fonte sole24ore) non serve l’ivafe e il quadro rw fino a certi limiti (e non viene considerato cc!),
    Mentre i conti di trading si (perché pare non siano cc, ma conti tecnici (e perché la gente ci metteva probabilmente 4999€ l’anno li?)

    Ma allora perché non lo hanno detto chiaro e tondo prima? In Italia siamo sempre nei “limiti” del comprensibile” ma comunque sempre possibile l’attuabile. [per non parlare delle prestazioni occasionali non occasionali, web o non web, attività che vengono reinterpretate parrebbe ad uso e consumo non dello stato, ma delle casse].

    [Ovviamente a tali articoli sopracitati cio’ si associano spesso la vendita (con tecniche di marketing relative) di servizi o in affiliazione di assistenza fiscale abbastanza onerosa, tale per cui non varrebbe nemmeno la pena provare nemmeno 10€ su iqoption e nemmeno digitare la parola “trading online” su google).

    [[Le scommesse pare vengano ugualmente tassate senza minimo (scaglioni irpef… ma anche qui è un capitolo a parte)]]

    In pratica non si puo’ fare nulla in questo paese che non sia dichiarato e tassato.
    Ma avere paypal si (ed è qui la contraddizione in essere), per spendere. che è solo un conto di “pagamento” (tecnico) entro certi limiti si, ma anche il conto di trading se caricato e non usato (entro i certi limiti) è stato definito tecnico (quindi 2x1000di ivafe) e non piu’ il limiti del cc 5000/15000 che in effetti ha piu’ senso.

    A rigore generale “Se realizzo plusvalenze significative, ovvero dell’ordine tale da incrementare la mia capacità contributiva allora ha senso pagare e dichiare le tasse.”

    Ora una qualsiasi app o sito quasi per gioco, fa aprire senza tante difficoltà un account a chiunque,
    (che sia italiano o straniero, per puro scopo di vendita è chiaro

    (ma il demo non costa niente, come non costerebbe tanto al broker scrivere un post fiscale per ogni paese o comunque accertarsi che il cliente possa aprire il conto solo versando una somma importante che giustificherebbe quindi la tenuta della contabilità… 10€ o 100€ sono abbastanza ridicoli, per provare, con una leva 30 per riuscire a fare qualcosa ci sarebbe bisogno di movimenti atomici che anche con i cfd sarebbero abbastanza lenti da eseguire intraday, almeno con capitali ridotti ma forse sbaglio).

    Per fortuna molti broker (quasi tutti) almeno si trattengo la iftt della tobin tax (e già li una gran rottura in meno)

    Nel senso che uno nemmeno ci prova da studente o da disoccupato o solo da “curioso”
    o che non ha “piu’ nulla da perdere” durante il covid ad avvicinarsi a qualcosa di nuovo e complesso da imparare che possa essere fruttuoso.

    Queste cose del minimo anche nei forum vengono fuori tardi o a sprazzi in vari luogo e vengono interpellate ormai quando tutti bene o male, bersagliati da migliaia di annunci di app, siti, video, blog di forex, trading, crypto non avendo coscienza e documentazione specifica dal broker (se non s. d’imposta, ma anche li la documentazione si è arricchita solo ora rispetto a tempo addietro). [per una certa categoria non bisogna fare nulla con cifre basse, e li avresti l’animo giustamente in pace, per altri, al fine spesso di vendere una consulenza anche ad altri, dovresti dichiare anche se perdi i capelli).

    Un tale onere data la complessità intrinseca, specie per i neofiti,
    dovrebbe quindi spettare ad un sistema informatizzato o comunque un software accessibile
    che detragga alla fonte i redditi, poiché la dichiarazione tra lifo, casini vari è facile sbagliarla,
    anche con assistenza contabile. Tanto vale farla fare in automatico alla macchina,
    perdendoci di piu’ di commissioni?

    Alla fine se io controllo l’estratto conto e vedo che ho inviato a tal broker x euro e ricavato tot (se ricarico tutto) allora se ci sta la plusvalenza paghi se no dichiari e metti in minus.

    Il dubbio è quante voci rw uno deve fare (ovvero per ogni broker, conto, o per ogni movimentazione (nel senso carico=>dichiaro, faccio un trade, mi rimane tot => dichiaro il tot (se acquisto parzialmente azioni seguo lifo, se no uso i cfd che ormai).

    Considerazione in generale su questo paese: Il problema alla fonte sta proprio in un servizio (che per fortuna si sta modernizzando) che invece di tutelare il cittadino dai “veri delinquenti” fa perdere il sonno a semplici contribuenti di tutti i giorni, che nell’ordine: chiudono l’attività, diventano disoccupati, se non hanno le spalle scoperte sono facile preda di “altro”, non trovano o non riescono a farsi assumere (in regola per lo meno) in lavori umanamente dignitosi. Proprio ora che scrivo in tv parlano di chi si è preso illecitamente il bonus nella classe politica. Scopro che 3/4 della gente che conosco o non dichiara, o non sa assolutamente nulla di materia fiscale, lasciando tutto in mano al commercialista, il quale è un essere umano e puo’ anche sbagliare (o semplicemente non puo’ essere specialista su tutti i campi e che quindi ha una percentuale di affidabilità. Però è come usare le bande di bollinger, ti senti “protetto”). Per studiare bisogna avere i soldi (molte spese non si detrattogono), per fortuna internet sta risolvendo il problema della formazione (anche gratuita). La scuola dell’obbligo ti lascia all’oscuro di cio’ che dovresti sapere per vivere legalmente in questo paese, per poi sentirti con le mani legate in ogni attività (che tu abbia un ecommerce, un bar, sei un trader, uno scommettitore, un farmacista, un medico, un operaio, un meccanico alla fine il dubbio su qualcosa rimmarrà, semplicemente perché ogni legge basata sulla libera interpretazione è mutevole e quindi soggetta a cambiamenti che ne minano alle fondamenta le validità. D’altro canto un vecchio detto diceva: “male non fare, paura non avere” se so di non aver sgarrato o “sottratto” allo stato la sua parte allora dovrei in teoria stare tranquillo. Ma una scimmia non sa che una pistola puo’ ammazzare un’altra scimmia se non glielo si insegna (chiaramente). Ergo alla base della criminalità, delle leggi e delle problematiche c’è qualcosa di piu’ grande dei numeri e della volontà dell’uomo. Ovvero l’ignoranza. Di non sapere da che parte girarsi senza infrangere qualche legge. Eppure mentre tu ti rinchiudi in un guscio di noce aspettando la morte (tassata pure quella), scopri chi la legge la demolisce in maniera molto piu’ plateale… E un po’, sbagliando, stai “tranquillo”, ma qui nulla è chiaro e tutto è nascosto alla luce del sole.
    Ora io in questo paese non mi sono mai sentito libero, mai sentito protetto, mai sentito cittadino. Ma ho sempre vissuto nella paura, anche dando tutto fino alla perdita della salute. Mi chiedo se ne vale la pena visto che molti di coloro che ci governano non lo fanno per il benessere del proprio paese.
    In pratica nascere, studiare, lavorare e vivere in Italia è il peggior investimento che si possa fare in europa. Stiamo diventando il terzo mondo dei paesi europei o lo siamo già? (culturalmente, civilmente, penalisticamente e tributaristicamente).
    Però alla lotteria va tutto bene, se giochi a quello lo stato è contento 🙂 Basta che se vinci dichiari e dai una parte a tutti gli altri (avrebbe senso, se vinci e se i soldi ne hai per te stesso e per il tuo futuro incerto, nebuloso, mutevole ed assolutamente nelle mani di decisori cangevoli).

    Un saluto a tutti, sperando che la fiscalità non sia la fine di tutti i business, ma una facilitazione ad intaprenderli con consapevolezza e tranquillità.

    Reply
  108. 108

    Cristina

    Ciao,

    grazie per la guida! Ho una domanda su Etoro.
    Come funziona per la questione della copia? Perché quando copi un altro utente, questi magari apre e chiude posizioni di continuo. Va tutto dichiarato anche se tu materialmente non chiudi nulla e non prelevi?

    Grazie!

    Reply
    1. 108.1

      Guidatradingonline.net

      salve cristina, per la copia di etoro è la stessa identica cosa. deve far fede alla rendicontazione del broker a fine anno, il che le darà un risultato di eventuale plusvalenza o minusvalenza, da indicare in fase di dichiarazione dei redditi.

      un cordiale saluto

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guidatradingonline.net © 2016-2020 Guidatradingonline.net - Guida completa per imparare a fare trading online.